Arezzo, gommista scopre ladro e lo ammazza

186

Fredy Pacini, gommista di 57 anni, è indagato per eccesso di legittima difesa.

Fredy Pacini, un gommista di 57 anni, è indagato per eccesso di legittima difesa dopo avere ucciso un moldavo di 29enne a colpi di pistola poco prima delle 4 di questa mattina, a Monte San Savino, vicino ad Arezzo. L’uomo era penetrato nella sua ditta del gommista sfondando una finestra per tentare un furto.  Pacini, che ha subito 38 furti negli ultimi anni e da tempo dormiva dentro il capannone della ditta per difendere la sua proprietà e aveva raccontato anche in programmi televisivi la sua storia e i motivi della sua esasperazione.

Il gommista avrebbe spiegato al pm di turno della Procura di Arezzo, Andrea Claudiani, che era nel pieno del sonno quando è stato svegliato dal rumore dei vetri di una finestra che erano stati infranti con una mazza. Il titolare della ditta sarebbe quindi sceso al piano di sotto del magazzino e avrebbe sparato d’istinto contro il 29enne moldavo colpendolo agli arti inferiori e centrando l’arteria femorale.  Secondo quanto emerso, il 29enne moldavo aveva un complice che sarebbe riuscito a fuggire. I colpi di pistola appunto, secondo quanto si è appreso, sarebbero stati esplosi da Pacini all’interno del magazzino quando il gommista avrebbe avuto la certezza di essere un’altra volta vittima di un raid da parte dei ladri. Il ladro una volta ferito si sarebbe trascinato fuori dal capannone e avrebbe cercato di scappare ma è caduto a terra strada, morendo dissanguato. Sarebbe stato centrato a un’arteria femorale.

Inutili i tentativi di soccorso da parte del 118. Sarebbero state viste due ferite d’arma da fuoco, una al ginocchio e l’altra alla coscia. Secondo la ricostruzione dei fatti, Pacini sarebbe stato svegliato di soprassalto nel sonno, sentendo il fracasso dei vetri rotti e sarebbe corso al piano di sotto del capannone, sparando contro i due ladri, centrandone uno alle gambe. L’allarme è arrivato alla centrale del 118 alle 3.52 e poco dopo il personale sanitario arrivato sul posto ha provato a rianimare il ladro 29ennw, ma inutilmente. La tragedia si è consumata in via della Costituzione, nella zona industriale di Monte San Savino. I carabinieri hanno rinvenuto all’ingresso del capannone del gommista la mazza adoperata dai ladri per spaccare il vetro e penetrare all’interno.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *