“AUGURI GIANNA”, LA NANNINI COMPIE 65 ANNI E PREPARA IL NUOVO CD

39

La cantante Nannini e nata il 14 giugno 1954, in preparazione il suo 19esimo lavoro

Più di quarant’anni di successi l’hanno consacrata nell’Olimpo della musica italiana. Domani Gianna Nannini spegnerà 65 candeline: la cantante senese è nata il 14 giugno 1954, nonostante per tanto tempo si sia creduto che fosse nata nel 1956. A chiarire questo mistero è stata proprio la Nannini che, in un’intervista concessa ad Andrea Spinelli per Quotidiano.net, disse: “Effettivamente il mio vero anno di nascita è il 1954. Attorno ai trent’anni, fu il mio manager Peter Zumsteg a suggerirmi di togliere un paio di anni per allungare la carriera, come se nel rock ci fosse una scadenza. Magari lo disse per scherzo, ma io lo presi sul serio”. La discografia di Gianna Nannini è formata da 19 album registrati in studio, 5 raccolte, 3 album incisi dal vivo e un album di cover (Hitalia del 2014).

È tra le artiste musicali più apprezzate in Italia e può vantare un milione e 310 mila fan su Facebook, 450mila su Twitter e 177mila su Instagram. Proprio sui social, in questo periodo, Gianna Nannini sta dando piccole anticipazioni riguardo il suo nuovo progetto discografico. La rocker senese si trova a Nashville, in Tennesse, per lavorare al diciannovesimo disco della sua carriera: “Eccomi qua, sono a registrare a Nashville, la città della musica. Non vedo l’ora di farvi ascoltare il mio nuovo suono e di dare voce alla ‘mia’ America”. Nel nuovo album della Nannini saranno presente diverse collaborazioni, così come nel precedente disco del 2017 Amore gigante. Tra queste, Coez ha confermato di avere già in cantiere un pezzo che verrà incluso nel disco della rocker senese. Ne ha fatta di strada Gianna Nannini da quando era una semplice contradaiola dell’Oca.

Suo padre Danilo era un industriale dolciario, mentre il fratello minore, Alessandro, è stato pilota di Formula 1. A loro si aggiungono poi la madre Giovanna Cellesi e il fratello pià grande, l’imprenditore Guido. Dopo aver frequentato il liceo scientifico e aver studiato pianoforte a Lucca, Gianna, appena diciottenne, arrivò quarta ad un festival musicale a Montecarlo. L’anno successivo, dalla toscana si trasferì a Milano, dove studiò composizione con Bruno Bettinelli e si esibì in vari locali storici. In questo periodo cominciò anche a farsi accompagnare dal musicista blues Igor Campaner, che tornò a lavorare con lei nel 1988 per la stesura di molti brani dell’album Malafemmina.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *