Bagnoli, “Antica pizzeria da Gennaro” dona defibrillatore alla Cumana

Fabio e Alessio Cristiano, terza genearazione di una famiglia di Bagnoli, dal 1956 un'eccellenza del food: "defibrillatore, qualcosa di importate per il nostro quartiere"

Breaking News

Fabio e Alessio Cristiano, terza generazione di una famiglia che a Bagnoli, oggi X Municipalità, rappresenta fin dal 1956 un’eccellenza del food. “L’ antica pizzeria da Gennaro” si situa nella sede –oggi ampiamente rinnovata- di via Lucio Silla 32 che, a cavallo del periodo Ottanta-Novanta, ha attratto la fitta schiera di estimatori della Pizza,  patrimonio immateriale dell’umanità per volontà dell’ UNESCO dal 2017, da ogni quartiere di Napoli, contendendosi l’ambito scettro di miglior pizza con altri due famosi locali del territorio.

Mentre l’ Italia viveva distrattamente le prime pesanti avvisaglie che scaturivano dalla diffusione di questo nuovo virus che non aveva ancora assunto le drammatiche dimensioni della Pandemia per come oggi la conosciamo, a febbraio i fratelli Cristiano lanciano un’iniziativa di solidarietà molto particolare e ampiamente pubblicizzata sui canali media dell’azienda: devolvere l’incasso del 17 febbraio per l’acquisto di un defibrillatore pubblico da mettere a disposizione dell’utenza della Cumana e, in particolare, di quei passeggeri che usufruivano del mezzo pubblico partendo dalla stazione dell’ EAV di Bagnoli.

Abbiamo scambiato due chiacchiere con Fabio Cristiano, in un’intervista esclusiva ad Hashtag News 24

Come è nata l’idea dell’evento di beneficenza del 17 febbraio?

L’idea nasce dall’esigenza di fare qualcosa per il nostro quartiere visto che noi siamo a Bagnoli dal 1956 ed è anche grazie ai Bagnolesi se siamo ancora qui.

Perchè la scelta è caduta proprio su un defibrillatore pubblico?

Abbiamo scelto il defibrillatore  perché lo consideriamo un un’apparecchio importante che può salvare delle vite umane e credo che dovrebbe essercene uno in ogni quartiere di Napoli.

Siete riusciti a coprire l’acquisto con l’incasso dell’intera giornata?

Purtroppo non siamo riusciti a coprire l’intero costo con l’incasso ma  abbiamo provveduto noi alla differenza, anche se hanno partecipato all’iniziativa tantissimi Bagnolesi e questo ci ha riempito di orgoglio.

Come è nata la collaborazione con la stazione EAV della Cumana di Bagnoli?

La collaborazione con la Cumana è nata tramite un nostro carissimo amico, Fabio Di Nunno, che ci ha aiutato ad individuare il posto; abbiamo scelto proprio quella stazione anche perché è nelle immediate vicinanze della zona pedonale di Bagnoli e quindi è un posto con una grande  affluenza di gente.

Come procede la fase 2 dopo tante settimane di chiusura forzata a causa del Covid?

Tutto sommato procede abbastanza bene; certo non siamo al 100 % ma meglio che stare a casa. Io credo che per riprendere bene debbano passare ancora diversi mesi.

Per quando è previsto il prossimo evento di solidarietà?

Per novembre. In contrapposizione al Black Friday, giornata ormai notoriamente dedicata al consumismo, noi organizzeremo il “mercoledì del dono” giorno in cui la pizza margherita costerà 2 €, cosa che sicuramente invoglierà tutti a comprarla. L’incasso sarà devoluto a favore di iniziative utili alla comunità di Bagnoli, cosa per la quale certamente ci confronteremo con la X Municipalità. Penso per esempio all’acquisto di una panchina solare o di giostrine per bambini. Deve essere qualcosa di utile e di fruibile da tutti perché questo quartiere è casa nostra e dobbiamo averne cura.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply