Breaking News

Basket, serie A2 e B verso la sospensione dei campionati

L’agente FIP e CONI Capasso: “Importante capire quante società avranno la possibilità di investire il prossimo anno”.

Andrea Capasso, procuratore di Talentsinaction.

È di giovedì l’ufficialità della sospensione dei campionati regionali e giovanili, causa emergenza Coronavirus, che sta colpendo tutti i paesi europei e non solo. Ne abbiamo parlato con Andrea Capasso, procuratore FIP e CONI di Talentsinaction, in un’intervista esclusiva ad Hashtag 24 News.

L’emergenza Coronavirus ha chiuso le ostilità per la stagione in corso. Abbiamo visto che i giocatori hanno firmato una sorta di documento di solidarietà. Ora che la stagione pare essere finita per Serie B (quasi) e C regionale, quali sono le intenzioni dei giocatori?

Stiamo vivendo un momento storico tristissimo ed era prevedibile che la cosa si ripercuotesse anche sullo sport a tutti i livelli. Nonostante il grande rammarico che tutti noi stiamo provando in questo momento, la tutela della salute di ognuno di noi viene prima di qualsiasi qaltra cosa. Ci sono giocatori, specie stranieri, che solo nelle ultime 48 ore sono riusciti a tornare a casa dalle loro famiglie, alcuni dopo 4 giorni di viaggio. È ancora presto per parlare di quello che succederà, mi auguro solo che tra atleti e società si possa arrivare a un accordo bonario che possa soddisfare entrambe le parti.

Come agirete voi procuratori per tutelare i giocatori in questo delicato momento?

A noi tocca semplicemente mediare con i club per trovare il miglior accordo possibile per tutti. I giocatori sono tutelati dai contratti che hanno firmato l’estate scorsa.

Ora che i campionati resteranno fermi sino al prossimo anno, crede che sarà più difficile sistemare i giocatori per la stagione che verrà?

Non credo che il problema sia rappresentato da quanti mesi i giocatori resteranno fermi , ma da quante società avranno la forza di fare pallacanestro il prossimo anno. L’economia del nostro paese è seriamente sotto stress e l’anno prossimo sarà molto più difficile trovare imprenditori disponibili ad investire soldi nel basket. Magari lo faranno anche, ma in maniera più moderata rispetto al passato.

Secondo te, quali saranno gli scenari in materia di retrocessioni/ promozioni? Cosa farà la Lega in questo tempo?

Qui potremo discutere per ore. Non ho idea di cosa deciderà la Lega ma sicuramene sarà necessario tutelare quelle società che hanno investito risorse in questa stagione e che , sul campo, hanno dimostrato di meritare più degli altri. Penso a Bologna partendo dalla A1, Ravenna e Torino in A2, Palestrina (unica squadra nei 4 gironi ad aver vinto 21 partite) Fabriano, Bernareggio , Cento, San Miniato in B, Molfetta, Monopoli,Taranto, Ischia, Pesaro, Foligno in Gold, Cerignola e Benevento in C silver. Quest’ultima non ha mai perso in campionato. Sarebbe un peccato non vedere in A2 , l’anno prossimo, realtà come Palestrina, Cento o Fabriano, in B società solide come Molfetta e Monopoli o la stessa Taranto, Ischia e in gold una realtà come Benevento che non ha mai perso una partita ufficiale questo campionato.

Cosa  suggeriresti alla Lega?

Non sono la persona adatta per suggerire qualcosa alla Lega, probabilmente non ho nemmeno le competenze per farlo, ma spero che dalle prossime riunioni esca fuori qualcosa di meglio rispetto alla decisione di giocare la coppa Italia di B a settembre.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply