Bellezza: il chirurgo, “bene stop filtri instagram, ritocco sia più consapevole”

30

Continua a suscitare l’interesse dei chirurghi plastici la rimozione annunciata nei giorni scorsi da Instangram di tutti i Filtri che simulano un “effetto ritocco”.

“È una buona notizia – commenta Daniele Spirito, chirurgo plastico di Roma e docente presso la Cattedra di Chirurgia plastica dell’Università di Milano – Rifare una parte del proprio corpo presuppone una scelta ponderata e motivata, e non si può rischiare di sottoporsi a un intervento chirurgico perché ci si è viste più belle in una foto, o per catturare più like. Inoltre i disegni effettuati del chirurgo sulla parte da trattare devono essere eseguiti esclusivamente da chi ha professionalità ed esperienza”. I Filtri fotografici esplicitamente associati alla chirurgia plastica che simulano l’esito di un ritocco saranno dunque abbandonati. Stop agli effetti in grado di modificare video e fotografie, mostrando come sarebbe un volto dopo un intervento chirurgico, e al filtro che aggiunge sul viso i disegni tipici effettuati dei chirurghi prima degli interventi. “Non è raro che molte ragazze e molti ragazzi, anche giovani, oggi richiedano ritocchi, su condizionamento dei social – osserva l’esperto – La percezione di sé perde aderenza con la realtà ed è facile incorrere in errori e scelte sbagliate da cui poi è difficile tornare indietro”.

“Purtroppo ci troviamo di fronte non più a ragionamenti che prevedono osservazione, ragionamento e azione. La parte del ragionamento è saltata e l’azione prende il sopravvento – prosegue ancora Spirito – Quando vediamo una foto, che poi è una testimonianza a due dimensioni, quindi passibile di errori di giudizio, la interpretiamo in una frazione di secondo ed emettiamo la sentenza”. “Impedire il riferimento esplicito alla chirurgia estetica in queste app – conclude – permette di dare tempo alle persone di formulare un giudizio con maggiore consapevolezza”.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *