Breaking News

Bellezza: Uala, boom di quella etica, i saloni abbracciano la filosofia bio

Sono sempre di più i saloni che offrono trattamenti naturali, +19% rispetto al 2018, a fronte di una domanda crescente di trattamenti biologici, cruelty free e in alcuni casi addirittura vegani. È quanto rilevato da Uala, sito e applicazione leader nel Sud Europa dedicato al mondo beauty e wellness, che ha fatto il punto sulla bellezza sostenibile da prenotare online. ”La bellezza sostenibile – racconta Alessandro Bruzzi, ceo di Uala -abbraccia almeno tre tipologie di prodotti cosmetici: quelli naturali, che devono provenire da una materia prima non lavorata, quelli biologici (almeno al 95%) e i vegani, nei quali sono ammessi solo componenti di origine vegetale e che come i precedenti non devono essere stati testati su animali. Nonostante le idee sull’argomento non siano sempre chiarissime, notiamo un interesse in costante crescita da parte degli utenti, che di anno in anno richiedono sempre più trattamenti green e, dove possibile, scelgono saloni che si espongono per scelte sostenibili”. Se l’offerta a livello nazionale di trattamenti amici dell’ambiente è cresciuta di quasi il 20% in soli due anni, sono le regioni del Nord Italia quelle che registrano più richiesta per questi appuntamenti di bellezza, + 20% rispetto al 2018. Il comparto capelli è quello che registra il maggiore e costante incremento di prenotazioni con prodotti naturali, preferiti da chi ha un cuoio capelluto sensibile e irritabile: +23% in soli due anni. In cima alla lista dei più prenotati ci sono il trattamento della cute, che risponde alle esigenze specifiche di ogni pelle senza ricorrere a parabeni, nichel o agenti schiumogeni, la colorazione e gli henné e i rituali corpo che utilizzano oli e cosmetici di derivazione 100% vegetale.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply