Bimbo di tre mesi positivo al Coronavirus, nel casertano un nuovo probabile focolaio

1192

Sono 133 i casi di positività al Coronavirus nel casertano, 9 in più rispetto alla giornata di domenica.

Un bimbo di appena 3 mesi, del casertano, è risultato positivo al Coronavirus. Il tampone praticato al piccolo di Succivo, in provincia di Caserta ha svelato il contagio. Potrebbe trattarsi di un vero e proprio focolaio che si è acceso nell’area casertana. Sono 133 i casi di positività al Coronavirus, 9 in più rispetto alla giornata di domenica. Nel dato rientrano anche 11 decessi e 3 guariti.

Tre nuovi casi di positività anche nella città di Caserta, si tratta di due donne di 56 e 49 anni e di un 55enne; 14 i contagiati nel capoluogo, tra cui rientrano un bimbo di sei anni e due medici della locale azienda ospedaliera. Altri tre casi si sono verificati a Santa Maria la Fossa (44enne, 49enne e 20enne), dove finora non erano stati registrati casi; una donna di 28 anni è risultata positiva a Teverola, un’altra a Santa Maria Capua Vetere, un 26enne a Portico di Caserta e un uomo di 44 anni a Cesa. Oggi intanto anche il laboratorio dell’ospedale Moscati di Aversa inizierà ad analizzare tamponi, cosa che consentirà alla provincia, grazie anche al laboratorio già attivo all’azienda ospedaliera di Caserta, di essere autosufficiente nei test per accertare la presenza di Coronavirus.

E’ stato poi quasi ultimato a Maddaloni il primo Covid-Hospital del Casertano, che già da qualche giorno accoglie malati in terapia intensiva; entro brevissimo, garantisce il direttore generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo, il nosocomio riservato ai malati di Covid-19 entrerà a pieno regime e sarà dotato di 40 posti più venti in terapia intensiva.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *