Cantina La Barbera presenta il menù estivo: nuove note di mare e molte altre sorprese

In cantina, all'aperto o nelle ampie e confortevoli sale all'interno, Cantina La Barbera, la grill-house nel cuore del Vomero a Napoli, ha il piacere di ripartire e ritornare alle vecchie sane abitudini.

Breaking News

Gli chef Igor Margotti e Fabiana Ferrucci riaccolgono il pubblico affezionato ed inaugurano la stagione estiva proponendo un nuovo e ricco menù estivo. Tante nuove proposte fresche, estive, e nuove note di mare, ma anche grandi classici, come da tradizione, che rendono raffinata e di gran gusto l’offerta. Con l’arrivo ai comandi delle cucine dei due chef, quest’anno Cantina La Barbera ha aperto infatti un nuovo capitolo nella sua storia. Il locale partenopeo, collocato a due passi da Piazza Vanvitelli e dalle funicolari e metro cittadine, ha trovato la sua maturità grazie a presentazioni più curate e ad una quasi totale riorganizzazione della proposta. Sin da subito, senza rinunciare alla tradizione, gli chef hanno regalato alla struttura un aspetto del tutto innovativo e moderno, mediante una creativa rivisitazione dei piatti tipici secondo le ultime tendenze della cucina.

Il nuovo menù estivo e la proposta cocktail 

Il nuovo menù estivo firmato dagli chef Igor Margotti e Fabiana Ferrucci sfrutta sapientemente uno dei punti di forza di Cantina La Barbera, nonché la ricerca accurata delle migliori materie prime. Al nuovo menù, che vede classici intramontabili Cantina La Barbera e nuove esperienze, anche di mare, si aggiunge un’altra sorpresa: in abbinamento ai nuovi piatti, la proposta drink di Cantina La Barbera. I cocktail, firmati da Francesco Esposito, regalano un’esperienza del tutto unica. Isla Kula (apricot brandy, dry gin, rum speziato, succo di lime, orzata, sciroppo semplice, soda); Il conte in cantina (Bitter campari, grand marnier, vermouth extra dry, sciroppo semplice); Moscow Mule (vodka, succo di lime, ginger beer); Dalì (vodka al peperoncino, passoa, lime, zucchero, granatina, ginger beer) sono alcuni dei drink che meglio accompagnano i nuovi piatti estivi. Tra gli antipasti del nuovo menù troviamo un’alternativa – ormai apprezzatissima –  del famoso dolce newyorkese, una Cheesecake salata con base di tarallo napoletano, crema di blu bufala e tartare di diaframma, gel di birra frizzante e cappero croccante di Pantelleria; e ancora, la Caponata a mo di Clb con stracotto di manzo, salsa di lupinus, olive nocellara, spighetta arrostita e insalata sarrastra. Numerosi anche i primi piatti, tra cui è possibile gustare: Tagliatelle di pasta fresca con pesto di sedano, lampuga al grill e pomodoro nero total dry; e ancora, Spaghettone cold alla caprese in 2d e crumble di pane panko al profumo di limone. Quest’ultima si presenta come una pasta fredda con pomodoro in guazzetto e siero di mozzarella, un piatto del tutto originale e super estivo. Tra i numerosi e deliziosi dessert, invece, troviamo una Dacquoise con mousse al tiramisù: un dolce classico della pasticceria francese, fatto a strati di meringa di mandorla e nocciola e panna montata o crema al burro su una base di albumi montati e farina di frutta secca. Questo sfizioso dessert, dalla consistenza leggera e dal gusto raffinato, prende il nome dalla forma femminile francese della parola dacquois, aggettivo per definire qualcuno o qualcosa proveniente dalla città aquitana di Dax. Ad arricchire le proposte dessert, anche il Semifreddo elegance alla mandorla e gelée di frutti di bosco, uno dei dessert estivi per eccellenza. Semplice, ma di grande effetto scenografico, il suo gusto fresco lo rende la perfetta conclusione per pranzi e cene durante la bella stagione.

La struttura e le sue caratteristiche

Il ristorante, anche american bar, da sempre cerca di offrire un’esperienza particolare dovuta alla location, alla cura dei piatti, alla selezione degli ingredienti e all’esposizione di opere d’arte. Uno spazio multifunzionale nato grazie all’intervento di restyling di due amici, l’ingegnere Antonio Pizzo e l’avvocato Alfonso Maria Avitabile, uniti dalla passione per la buona tavola. Nel 2012 si sono aggiunte infatti numerose sale comunicanti ed uno spazio esterno circondato da un giardino pensile, particolarmente apprezzato in estate. Nasce inoltre l’idea di separare gli ambienti, a seconda di quello che si vuole mangiare: la fisionomia del locale consente infatti una grande versatilità della clientela, così come il menù è studiato per offrire a chiunque una buona esperienza a ogni ora. Le ampie sale all’interno si differenziano l’una dall’altra: c’è la sala oro, la sala verde, la sala rossa e l’azzurra. Il tufo a vista nelle volte, i tavoli larghi e comodi, i colori vivaci, gli arredi originali e gli affreschi di fine Ottocento donano, infine, un’atmosfera rilassata ed un piacevole calore familiare. Le sale poste al piano superiore sono dedicate quindi ai menù, mentre le sale poste al piano inferiore, all’interno della grande cantina braceria, sono dedicate agli affettati regionali e italiani, formaggi locali e tagli di carne a marchio registrato. La natura di grill-house obbliga infatti a prestare particolare attenzione nella selezione degli allevamenti di carne.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply