Breaking News

CAPODANNO, 5 MILIONI IN VIAGGIO E IL 73% RESTA A CASA

Oltre 5 milioni di italiani  sono pronti a trascorrere il Capodanno fuori casa. Tra questi molti prolungano le vacanze iniziate prima di Natale ma la maggioranza ha scelto di aspettare dopo Santo Stefano per partire. A dirlo è  Coldiretti che nel suo studio evidenzia un aumento di quasi il 10% rispetto allo scorso anno. Resta invece confermata la tendenza a rimanere nei confini nazionali tanto che resta in Italia – sottolinea la Coldiretti – il 73% dei vacanzieri di fine anno. La spesa è di 407 euro per persona con una durata media della vacanza di cinque giorni anche se – sottolinea la Coldiretti – il 34% starà fuori tre giorni al massimo, il 48% dai quattro ai sette giorni, il 16% da otto a quindici giorni ed il restante 2% ancora di più. Il 54% ha scelto di alloggiare in case proprie, di parenti e amici o in affitto mentre il 37% preferisce l’albergo mentre tengono le formule alternative come bed and breakfast e agriturismi.

Coldiretti diffonde i dati delle vacanze di Capodanno. La spesa media è di 407 euro a persona.

La stragrande maggioranza dei vacanzieri (55%) ha prenotato le ferie da solo, soprattutto attraverso internet, – continua Coldiretti – mentre solo un 18% si è affidato a tour operator e agenzie viaggi e un 3% lascia fare ad altri. Ma c’è anche uno zoccolo duro di “coraggiosi” (24%) che sceglie di partire senza prenotare. Sul podio delle destinazioni – conclude la Coldiretti – salgono con il 33% le localita’ d’arte seguite con il 28% la montagna e il resto si divide tra terme, mare e campagna. Le tendenze di viaggio degli italiani per il periodo delle feste si orientano verso l’estero e premiano in particolare le grandi capitali europee, come Parigi, Amsterdam e Londra. Proseguendo lungo la classifica, si nota la presenza di altre mete classiche, come Barcellona e New York, ma anche di destinazioni più esotiche, come Tenerife, nelle Isole Canarie. Una presenza che potrebbe destare stupore è quella della capitale romena Bucarest, ma gli esperti di Liligo, società che si occupa di ricerca nel settore turistico ritengono che il dato può essere stato influenzato dalla grande comunità di romeni presente nel nostro Paese. Tre sono le mete italiane all’interno di questa speciale classifica: il capoluogo lombardo di Milano e le città siciliane di Palermo e Catania. L’affermazione delle due metropoli meridionali in questa speciale classifica è in linea con la crescita turistica della Sicilia degli ultimi anni. L’isola con il suo piacevole clima mediterraneo e le sue bellezze storiche ed artistiche è tra le località più visitate di quest’anno, ma un’ulteriore motivo della presenza delle città siciliane in questa speciale classifica è il massiccio rientro per le vacanze dei tanti emigrati siciliani che risiedono al di fuori dell’isola”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply