Breaking News

COLOSSEO. ACCORDO PARCO-MUSEO ARCHEOLOGICO NAPOLI

Il Colosseo e il Museo archeologico di Napoli, due anni mostre in sinergia

Un calendario di mostre, esposizioni, prestiti e collaborazioni scientifiche che vede insieme due delle più importanti realtà culturali italiane. Il Colosseo e il Museo archeologico di Napoli, a cui presto potrà aggiungersi anche il Parco archeologico di Pompei, siglano un accordo che porterà i due siti a inaugurare un comune programma biennale di fruizione e valorizzazione dedicato alla storia e all’archeologia di Roma, delle città vesuviane e del mondo romano. “I rapporti con il Museo archeologico di Napoli risalgono già allo scorso anno, quando abbiamo presentato l’apertura delle Uccelliere dei Giardini farnesiani con due importanti statue conservate nel Museo di Napoli”, racconta all’agenzia Dire il direttore del Parco archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo, che ieri ha siglato l’accordo insieme a Paolo Giulierini, direttore del Museo archeologico di Napoli (Mann). “Da lì- racconta ancora- è nata l’idea di collaborare. Abbiamo lavorato e siamo arrivati a sottoscrivere questo accordo che prevede la realizzazione di progetti complessi”.

Russo: condivideremo progetti scientifici anche in triangolazione con Pompei

Il primo atto dell’intesa sarà in occasione della riapertura della Domus Transitoria, la residenza di Nerone sul Palatino prima della Domus Aurea, in programma il prossimo 11 aprile. In quell’occasione, all’interno del Parco del Colosseo verranno riallestiti gli affreschi e i fregi conservati nei depositi del Mann e appositamente restaurati. “Saranno portati a Roma dopo più di 300 anni le decorazioni dei soffitti e i fregi parietali di uno degli ambienti della domus che saranno esposti nel Museo del Palatino”, dice Russo. Altro progetto, che vedrà non solo la collaborazione del Colosseo e del Mann, ma anche del Parco archeologico di Pompei, è l’allestimento di una mostra dedicata a Pompei e Roma, in continuità e a conclusione della trilogia ‘Egitto Pompei’, ‘Pompei e i Greci’ e ‘Pompei e gli Etruschi’. “Sarà una triangolazione tra Parco archeologico del Colosseo, Museo archeologico di Napoli e Parco di Pompei- aggiunge Russo- che potrà vedere anche il coinvolgimento del futuro direttore di Pompei”. Le tre istituzioni culturali collaboreranno anche su un progetto di ricerca e valorizzazione delle armi dei gladiatori, in vista delle nuove esposizioni sia al Museo di Napoli che all’Anfiteatro Flavio. “Al Mann sono conservate diverse parti dell’armatura dei gladiatori provenienti da Pompei- spiega ancora il direttore del Parco- Anche questa collaborazione si attuerà in triangolazione e riguarderà un progetto scientifico e una esposizione che verrà allestita nel 2020. In più, ci sono anche dei progetti comuni che vedono la presenza nel Museo di Napoli di materiale archeologico proveniente dal Colosseo”. L’accordo siglato ieri tra Colosseo e Archeologico di Napoli durerà due anni, “ma sarà rinnovabile”.

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply

Hashtag24News

Altri articoli di interesse