Breaking News

Coppa Italia Serie A2, tutto quel che c’è da sapere #1 – le non teste di serie

Prima puntata dello speciale Hashtag24news sulla manifestazione in programma da Venerdì.

Ci siamo: Cervia, 2-4 aprile. Coppa Italia Serie A2

Dopo settimane di “si fa, non si fa, forse si fa, forse no, va beh fate voi…” finalmente parla il parquet per assegnare il trofeo che attende, ormai, da due anni l’erede di Treviso. In questo doppio speciale presenteremo le squadre partecipanti, e partiamo dalle non teste di serie: Agribertocchi Orzinuovi, Apu Old Wild West Udine, Top Secret Ferrara e Givova Scafati.

 

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI

  • Qualificata come: 3ª del Girone Verde
  • Posizione attuale: 11ª (10-12)
  • Ultima partita: Orlandina Basket – Agribertocchi Orzinuovi 90-68
  • Miglior realizzatore: Anthony Miles, 21.6 punti a partita
  • Miglior rimbalzista: Giacomo Zilli, 6.2 rimbalzi a partita
  • Miglior assistman: Anthony Miles, 4 assist a partita

 

COME ARRIVA

Costretta allo stop a causa dei contagi da Covid-19, Orzinuovi ha visto crollare le proprie prestazioni dopo una partenza a spron battuto. Nelle ultime 6 uscite, tutte giocate dal 10 marzo in poi dopo una pausa di un mese, Miles e compagni hanno raccolto la miseria di una vittoria, pagando i vari impegni ravvicinati per recuperare giornate perse.

Tra pre e post stop agli allenamenti, tuttavia, il trend non cambia: sono 9 sconfitte in 10 partite per la formazione lombarda.

Non bisogna, però, farsi ingannare dal momento negativo degli uomini di coach Corbani; l’Agribertocchi gioca un basket divertente, votato allo spettacolo, a tratti allegro, come dimostra il fatto che sia la quarta peggior difesa (82,8 pt subiti) di tutta la serie A2, Girone Rosso compreso, con numeri in punti subiti peggiori anche di squadre relegate in fondo alla classifica.

L’attacco, invece, è il migliore di tutti, con 83,7 punti segnati di media a partita; di particolare impatto il tiro pesante, con percentuali di squadra che si attestano al 37% (miglior media insieme a Forlì e Verona).

GIOCATORI DA SEGUIRE

Sicuramente, dato anche l’avversario dei quarti, ci sarà da seguire Martino Mastellari, ex Napoli che avrà voglia di sistemare la mira contro i vecchi compagni di squadra. Da non dimenticare Marco Spanghero, protagonista con varie maglie in Serie A2 ed uno degli artefici della scalata alla Serie A dell’Aquila Trento.

LA SFIDA (VS GEVI NAPOLI, VENERDÌ ALLE 12.00)

Non è la prima volta che le due squadre si affrontano in una coppa: nel 2016/17 fu Napoli a spuntarla nella finale della Coppa Italia di Serie B all’Unipol Arena di Bologna. Sarà, per la società più che per un roster in cui non c’è nessun reduce, una rivincita dell’amaro finale bolognese.

Sono due squadre quasi agli antipodi: la miglior difesa della serie A2 affronta il miglior attacco, cosa che, alla lunga, dovrebbe favorire Napoli. In gara secca, però, la giornata giusta al tiro può ribaltare i valori espressi su carta.

 

APU OLD WILD WEST UDINE

  • Qualificata come: 4ª del Girone Verde
  • Posizione attuale: 3ª (14-10)
  • Ultima partita: Apu Old Wild West Udine – Edilnol Biella 101-95
  • Miglior realizzatore: Dominique Johnson, 16.9 punti a partita
  • Miglior rimbalzista: Nana Foulland, 9 rimbalzi a partita
  • Miglior assistman: Marco Giuri, 3.8 assist a partita

 

COME ARRIVA

Dal 21 marzo Udine è ferma, in attesa di recuperare il match di ritorno contro Tortona e quello contro Trapani, entrambi previsti al Pala Carnera. Nelle ultime 5 uscite il saldo è di 3-2, con blitz polemico in quel di Orzinuovi e la vittoria più sofferta del previsto su Biella. Nel mezzo, sconfitte dure, anche se in trasferta, contro Tortona e Torino.

I friulani pagano un inizio complicato che li ha visti arrancare in classifica prima di rientrare stabilmente tra le prime e puntare decisi sul Girone Bianco della seconda fase.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Il grave infortunio che ne ha concluso anzitempo la stagione impedisce agli amanti del basket di poter ammirare Federico Mussini, ritornato in Italia dopo le esperienze oltreoceano. Resta, però, un asse play-pivot tutto da gustarsi, con l’esperienza dell’ex Reyer Venezia Marco Giuri, in cabina di regia, e le lunghe leve di Nana Foulland a dominare le alture. Occhio, poi, all’esperienza di vecchi volponi come Antonutti o Italiano.

LA SFIDA (VS UNIEURO FORLÌ, VENERDÌ ALLE 15.00)

Le attenzioni del pubblico saranno rivolte alla sfida tra Terrence Roderick e Dominique Johnson ma la sfida tra le due squadre offre diversi spunti interessanti: in primo luogo, la verticalità di Foulland verrà messa seriamente alla prova dalla bidimensionalità di Landi e dall’esperienza di un vincente nato come Davide Bruttini, un professore del post basso. Sarà gara vera anche nel pacchetto italiani, un vis a vis tra esperti dei parquet del Bel Paese che vedrà Antonutti, Italiano e Giuri confrontarsi con Giachetti, Natali e lo stesso Bruttini.

Altro motivo d’interesse sarà capire quali accoppiamenti potrà scegliere coach Boniciolli per limitare Rush.

 

TOP SECRET FERRARA

  • Qualificata come: 4ª del Girone Rosso
  • Posizione attuale: 5ª (10-9)
  • Ultima partita: Top Secret Ferrara – Giorgio Tesi Pistoia 82-80
  • Miglior realizzatore: AJ Pacher, 16.5 punti a partita
  • Miglior rimbalzista: AJ Pacher, 8.4 rimbalzi a partita
  • Miglior assistman: Luca Vencato, 3.8 assist a partita

 

COME ARRIVA

Non bene. I ragazzi di Spiro Leka hanno da poco ripreso l’attività agonistica dopo lo stop per covid-19 accompagnato dalla spiacevole polemica con Ravenna. Un mese e mezzo di stop, a cavallo di una striscia negativa di ben 6 sconfitte, di cui la metà prima dell’insorgere del contagio. La recente vittoria su Pistoia ha portato una ventata d’entusiasmo, ma già al Pala Mangano di Scafati gli estensi avevano dato prova di essere tornati su standard più vicini a ciò a cui avevano abituato gli appassionati.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Se i due americani sono già arcinoti al pubblico della Serie A2, poco si era parlato degli italiani. L’asse play-pivot PanniFantoni ha pagato, durante la stagione, importantissimi dividendi, mietendo vittime illustri come la GeVi Napoli e dando spesso spettacolo. Da tener d’occhio anche Ebeling, figlio d’arte che ha superato i problemi al ginocchio sinistro e sta mettendo a referto 9.5 punti e 6.5 fimbalzi a partita, e Zampini, altro classe ’99 che ha garantito minuti di qualità come cambio di Panni.

LA SFIDA (VS BERTRAM TORTONA, VENERDÌ ALLE 18.00)

Gara che dipenderà da tanti fattori: Ferrara è in ripresa, soprattutto dal punto di vista fisico, Tortona, invece, è in difficoltà e pare abbia staccato la spina. L’incontro potrà facilmente gravitare intorno al pitturato, con il confronto Pacher-Cannon ad infiammare l’area. Uno più alto, l’altro undersized, eppure quello con meno range di tiro è proprio l’ex Trapani, molto meno tiratore che negli anni passati.

Panni vs Mascolo è la sfida più interessante sugli esterni: due giocatori molto simili, grandi realizzatori e capaci di magic moments in cui rasentano l’onnipotenza.

 

GIVOVA SCAFATI

  • Qualificata come: 3ª del Girone Rosso
  • Posizione attuale: 3ª (18-5)
  • Ultima partita: Givova Scafati – Top Secret Ferrara 86-83
  • Miglior realizzatore: Charles Thomas, 19.2 punti a partita
  • Miglior rimbalzista: Charles Thomas, 7.3 rimbalzi a partita
  • Miglior assistman: Mattia Palumbo, 5.3 assist a partita

 

COME ARRIVA

Non deve trarre in inganno il trend positivo, con due sole sconfitte nelle ultime 10 uscite; la Givova solida che ha strapazzato Forlì si è sciolta al PalaBarbuto, incapace, ancora una volta, di reagire alla riscossa di Napoli. Da lí solo una vittoria apparentemente semplice contro Rieti e due successi in extremis che hanno, però, evidenziato lacune difensive che lo stesso coach Finelli ha voluto esplicitare davanti ai microfoni.

Certo, il roster a disposizione del tecnico bolognese è di primissimo livello e le vittorie sono arrivate quasi per inerzia, ma Finelli ha voluto avvisare i suoi di ciò che attendeva loro nel lavoro settimanale, senza alibi.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Su tutti, Mattia Palumbo: l’ex Fortitudo Bologna sta trovando una nuova dimensione in regia, ora supportato anche dal rientrante Marino. Talvolta l’esuberanza lo porta a commettere errori anche banali, ma resta la nota più lieta di questa seconda parte di stagione dei canarini.

Da non dimenticare Valerio Cucci: prima i problemi fisici, poi il covid-19, roba da abbattere chiunque, tranne pochi che hanno tempra da vendere. L’ala forte capitolina ha energia e dinamismo giusti per sparigliare le carte nel pitturato e fuori.

LA SFIDA (VS REALE MUTUA TORINO, VENERDÌ ALLE 21.00)

Tutta da gustarsi la sfida fra le due squadre gialloblu, conclusione di serata di livello altissimo.

Thomas e Benvenuti, su tutti, saranno chiamati a battagliare intorno al ferro con un osso duro come Ousmane Diop; sugli esterni sarà soprattutto Clark vs Jackson, entrambi tiratori con il 40% dall’arco. Sarà una prova di maturità anche per Palumbo, chiamato a vedersela con quello che, finora, è stato definito il miglior play della categoria: Alessandro Cappelletti.

 


Loading Facebook Comments ...