Breaking News

CREMONINI FA “ESPLODERE” IL PALASELE DI EBOLI

Fan in delirio per il concerto “Cremonini Live 2018”. 

Pubblico campano “indimenticabile e impressionante”, così Cesare Cremonini ha ringraziato i suoi fan del Palasele di Eboli dopo oltre 2 ore e mezza di spettacolo. L’artista bolognese vede confermare, così, il successo di pubblico dopo le tre date di Bologna. “Cremonini Live 2018”, è stata l’unica data in Campania del mini-tour invernale prodotto e organizzato da Live Nation Italia. “Qualcosa di molto grande sta accadendo sotto i nostri occhi” ha detto Cesare sul palco davanti ad un pubblico in visibilio. In scaletta ben 24 brani tra cui alcuni mai eseguiti dal vivo. 

Cremonini, musicista, autore, show-man, unico per stile e talento, ha dato il “là” al suo concerto partendo dalle canzoni storiche fino al lavoro maturo e visionario dell’ultimo disco “Possibili Scenari“. L’album arriva il 7 dicembre ma è già, a sorpresa, disponibile per il pre order in tutti gli store fisici e digitali e in presave su Spotify. Un progetto questo che ribadisce come le canzoni siano sempre al centro, e in questo disco le mostra in una veste sofisticata ed inedita. Possibili Scenari, Kashmir-Kashmir , Padre Madre, Il comico (sai che risate), La nuova stella di Broadway, Latin Lover, Lost in the weekend, Un uomo nuovo, Buon viaggio (Share the Love) Momento silenzioso, Una come te, Vieni a vedere perché, Le sei e ventisei, Mondo Logico, #1GreyGoose, Dev’essere così, Al tuo matrimonio, Il Pagliaccio, 50 Special, Marmellata, #25Poetica, e Nessuno vuole essere Robin.

Cesare ha sempre scritto riuscendo a coniugare la sua impostazione da cantautore con arrangiamenti e sonorità sempre ricercate, lontane dalle mode del momento. Caratteristiche che lo consacrano come uno degli artisti musicalmente più influenti del panorama italiano. “Penso sia il momento giusto in cui pubblicare un album come questo – ha spiega Cesare in un’intervista – perché offre la possibilità di ricondurre il pubblico ad un ascolto della musica più attento, paziente e meno frenetico: significa svelare, uno ad uno, i segreti nascosti nelle mie canzoni, donare al pubblico la loro purezza. Con versioni notturne, rielaborate liberamente, registrate ad occhi chiusi e senza sovrastrutture di arrangiamenti, costringono all’abbandono anche chi quelle canzoni le canta, slegandoci dalla velocità con cui la musica viene consumata oggi. Sul palco con Cremonini – voce, pianoforte, chitarra – saliranno:  Nicola Balestri – basso e banjo, Andrea Morelli – chitarre elettriche e acustiche, Alessandro de Crescenzo – chitarre elettriche e acustiche, Michele Guidi – tastiere, Bruno Zucchetti – tastiere, Andrea Fontana – batteria, Andrea Giuffredi – tromba, Massimo Zanotti – Trombone, Gabriele Bolognesi – Sax e flauto traverso, Annastella Camporeale – cori, Gianluigi Fazio – cori, chitarra acustica.

FotoCredit: Ugo Amato

[ngg src=”galleries” ids=”5″ display=”basic_slideshow”]

Loading Facebook Comments ...

leave a reply