Crisi Governo, atto secondo. Il colpo da ko di Nencini all’ultimo secondo. Ora Italia Viva potrebbe scomparire dal Senato

Per il Premier Giuseppe Conte si apre una fase di delicata tessitura al fine di rafforzare Governo e Maggioranza attraverso la costruzione della quarta gamba.

Breaking News

In pieno Extra Time gli arriva il colpo del ko che potrebbe risultare definitivo. Accade in pieno recupero nell’Aula di Palazzo Madama, a votazioni chiuse e poi riaperte per una manciata di secondi dopo una lunga consultazione con il “Var” del Senato.

Ed ecco il colpo di scena da più parti previsto. Dissociandosi dalla scelta dei Renziani di astenersi, vota Sì alla Fiducia il Senatore Riccardo Nencini, titolare del simbolo Socialista, Logo che aveva imprestato a Matteo Renzi per consentirgli di formare il Gruppo di Italia Viva Palazzo Madama.

È una scelta che apre nuovi scenari e che potrebbe determinare la scomparsa del Gruppo Renziano dall’Aula del Senato. Accadrebbe se Nencini decidesse di riprendersi l’antica Bandiera per farne altro uso…

Mala tempora, dunque, per il Rignanese…

Senza poi dire del prevedibile esodo verso nuove sponde di quei Renziani delusi e oggi spaventati dai numeri dell’ultimo sondaggio. Italia Viva, il partito che – come è noto – ha provocato la crisi, si avvale appena del 2,6 per cento dei consensi, una quota che non consentirebbe nemmeno di superare la soglia di sbarramento fissata per il proporzionale, secondo l’attuale legge elettorale. I numeri sono quelli del sondaggio realizzato da Demopolis per Otto e Mezzo su La7.

Detto ciò, per il Premier Giuseppe Conte ora si apre una fase di delicata tessitura al fine di rafforzare Governo e Maggioranza attraverso la costruzione della cosiddetta quarta gamba. Non c’è da perdere altro tempo dopo quello fatto già perdere dalle Paturnie del Rignanese, il Rottamatore che riesce a darsi torto e a farsi dare torto anche quando afferma cose giuste….

In questo Scenario stupisce il quesito che si pongono i soliti navigati Tromboni Mediatici. Si chiedono quale sarà il prezzo da pagare ai Costruttori, quale sarà il Premio ad Essi spettante…

Elementare Watson, direbbe Sherlock Holmes…

In tempo di crisi, di pandemia e di vacche magre sarà infatti sufficiente il Premio costituito da una agiata sopravvivenza per altri due anni in Parlamento all’ombra dei circa 250mila euro che incasseranno nel Biennio 2021/22…

Loading Facebook Comments ...

leave a reply