Breaking News

Crisi Ucraina, Kiev mobilita i riservisti e rilancia: “Vogliamo aderire all’Ue e alla Nato”. Mosca: “Daremo risposta forte e dolorosa alle sanzioni”

Zelensky sfida Putin: "E' arrivato il momento di reagire con forza". Dagli Usa via libera al trasferimento di 800 soldati americani dall'Italia ai Paesi Baltici

Guerra in Ucraina (foto depositphotos)

Soffiano sempre più forti i venti di guerra tra Mosca e Kiev. Il leader ucraino Volodymyr Zelensky ha infatti confermato le ambizioni del suo Paese di voler aderire all’Ue ed alla Nato, nonostante l’ultimatum lanciato, in tal senso, da Vladimir Putin affinché l’Ucraina rinunci ad entrare nell’Alleanza atlantica.

KIEV RICHIAMA I RISERVISTI
“E’ arrivato il momento di reagire con forza” ha detto Zelensky, accogliendo favorevolmente le misure prese dai paesi del blocco occidentale contro la Russia. “Il destino dell’Europa si decide sul campo, in Ucraina”, ha aggiunto. Nel frattempo Kiev ha reso noto di aver richiamato alle armi i riservisti tra 18 e 60 anni.

MOSCA: REAGIREMO ALLE SANZIONI
E a proposito delle misure prese dall’Occidente, la risposta della Russia alle sanzioni occidentali sarà “forte e dolorosa” ha affermato il ministero degli Esteri di Mosca. Intanto dagli Usa arriva il via libera al trasferimento di 800 soldati americani dall’Italia ai Paesi Baltici.


 

 

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply