Breaking News

Crisi Ucraina, Putin riconosce l’indipendenza del Donbass. Usa e Ue minacciano sanzioni

Il presidente russo invia truppe ai confini "per assicurare la pace". La Nato: "pretesto per invasione del Paese"

Putin

Il presidente russo Vladimir Putin ha deciso di riconoscere l’indipendenza delle due repubbliche separatiste ucraine di Donetsk e Lugansk, firmando, in diretta tv, il documento che, di fatto, riconosce la leadership delle due entità filorusse del Donbass. Poi, parlando alla nazione, ha attaccato: “L‘Ucraina è sempre stata parte integrante della storia e della cultura russa. Oggi è serva dei padroni occidentali, se avrà armi di distruzione di massa il mondo cambierà drammaticamente. Kiev deve fermare immediatamente le operazioni militari”. L’uomo del Cremlino ha quindi ordinato l’invio di truppe nella regione contesa “per assicurare la pace”. Immediata la replica del presidente ucraino Zelensky: “Non abbiamo paura di Mosca, di niente e di nessuno”. Da qui l’appello al blocco occidentale: “ci aspettiamo il chiaro sostegno da parte dei nostri alleati”. Quella di Mosca “è una violazione del diritto internazionale, dell’integrità territoriale ucraina e degli Accordi di Minsk. L’Ue e i suoi partner reagiranno con unità, fermezza e determinazione”, ha aggiunto, dal canto suo, il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. Per la Nato, la Russia sta “inscenando il pretesto per una nuova invasione“. Infine il presidente americano Joe Biden, secondo cui, quella di Putin rappresenta una: “lampante violazione“.


Loading Facebook Comments ...

leave a reply