Breaking News

DE LAURENTIS PRESENTA IL RITIRO A DIMARO E ATTACCA I TIFOSI AZZURRI

Il Patron De Laurentis: “L’ambizione dei tifosi è solo vincere lo scudetto, non è rappresentare in maniera entusiastica i colori della città”

Durante la presentazione del prossimo ritiro a Dimaro, il presidente De Laurentiis ha rilasciato delle dichiarazioni riguardanti anche i tifosi e la questione Hamsik, polemiche e non molto flemmatiche come nel suo stile. Il patron azzurro parte analizzando la prossima stagione: “Noi dobbiamo prepararci al prossimo campionato che sarà molto vivace con un Inter che si sta rinnovando, un Milan che si rinnoverà e con una Juventus che forse si acquieterà. Sarà un campionato più omogeneo, fermo restando che non è detta l’ultima parola, perché non è detto che possano accadere cose interessanti nei prossimi 2 o 3 mesi”. Continua poi parlando dei supporters azzurri, spendendo parole non molto entusiastiche: “L’ambizione dei tifosi è solo vincere lo scudetto, non è rappresentare in maniera entusiastica i colori della città, vedere che in una partita che all’andata avevamo perso 3-0, ieri con dei prezzi bassissimi c’erano solo 18mila persone. Così si è tifosi del Napoli? Sono molto meravigliato. Quando San Siro in partite meno importanti delle nostre incassa più di quanto noi incassiamo in 3 partire mi viene da pensare che la gente voglia fare le nozze coi fichi secchi. Io sono 3 anni che chiudo il bilancio in rosso. In calcio è un’industria, punto e a capo”.

Parla inoltre della recente notizia riguardante l’ormai ex capitano, e di quanto quest’ultimo gli abbia lasciato un bel ricordo, non escludendo inoltre l’improbabile ipotesi di un ritorno:”Hamsik è sempre stato un professionista. Negli anni me l’hanno chiesto Raiola per il Milan, Moratti all’Inter e poi la Juve quando arrivò in panchina Allegri, ma io ho sempre detto no. La scorsa estate ci ha chiesto di andar via tramite il suo agente, ma il mercato in Cina in estate si raffredda. Ancelotti ha dato il suo benestare alla partenza perché a centrocampo siamo collaudati e coperti, ora sta ai cinesi: per il cammello serve la moneta. A Marek ho detto che potrà tornare quando vuole, questa è casa sua e Napoli lo ama. Marek è uno che ha comprato casa a Castel Volturno, è una bella storia la sua. Io gli ho detto di no tante volte, ha sempre fatto il suo dovere, è stato sempre impeccabile”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply