Di Maio, ammaccato e sotto attacco, incenerisce Salvini: “Mi aveva offerto la poltrona da Premier”

104

Più che gli ultimi passaggi istituzionali per la definizione dei dettagli relativi alla formazione del novo Governo, a fine giornata sono state le parole di Luigi Di Maio ad occupare la scena politica. Un Di Maio che – seppure ammaccato e sotto attacco – è riuscito ad assestare un duro colpo all’ex Socio di Governo.

E’ accaduto all’uscita dal colloquio con Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il Leader del M5s ha di fatto demolito quanto aveva affermato pochi minuti prima Matteo  Salvini dalla stessa tribuna quirinalizia del Salone della Vetrata.

Il Leader della Lega – evitando riferimenti all’endorsement del presidente Usa Donald Trump a favore di Giuseppe Conte – aveva fatto riferimento a un complotto europeo dei Poteri Forti contro la Lega e a favore del Premier uscente.

Teorema demolito dall’afferrmazione di Di Maio secondo la quale Salvini – ridotto alla disperazione dopo avere incautamente provocato la crisi del Governo Gialloverde – gli aveva offerto la poltrona di Premier pur di riformare quell’Esecutivo che nell’euforia del Papeete Beach egli stesso aveva affossato.

Offerta di cui il Leghista aveva informato anche il Quirinale.

Una bomba!

Una rivelazione che al calar della sera ripropone l’interrogativo sulla vera natura dello spasmodico, morboso attaccamento alle Poltrone di Salvini e dei Suoi. Cosa preoccupa Salvini? Di chi ha paura il Capo dedl Carroccio? Interrogativi ai quali soltanto il tempo forse potrà dare risposta.

Detto ciò, senza sussulti la liturgia dell’ultimo giorno di trattativa tra M5s e Pd. Ha tenuto banco il ruolo della Piattaforma Rousseau, strumento destinato ad essere depotenziato e ad essere ininfluente ai fini della formazione del nuovo Governo.

Come previsto nella tarda serata è stato annunciato l’incarico a Conte. Domani mattina, alle 09.30, l’Elevato consumerà cappuccino e brioche al Quirinale in compagnia del Capo dello Stato… Ancora una decina di giorni di lavoro, poi il Battesimo tra bollicine e festoso concerto di tappi in volo…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

28/08/2019   h.19.50

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *