Breaking News

DIETA CINESE, KO ALL’OBESITÀ IN CINQUE SEMPLICI PASSI

La regola d’oro della Dieta Cinese: vietato alzarsi da tavola ancora affamati

La Dieta Cinese rappresenta un metodo ritenuto molto efficace per perdere peso. Si tratta di un regime alimentare proveniente, come è facile intuire dal suo nome, dal vasto stato asiatico. Lì la cucina è molto diversa da quella di casa nostra. Certo non è altrettanto rinomata. Essa si basa essenzialmente sul riso. Questo schema nello specifico poggia a sua volta su cinque punti fondamentali per poter contrastare e vincere l’obesità. Vediamo di quali si tratta. Anzitutto occorre mangiare fino a quando non ci si sente pieni. Vietato alzarsi da tavola con un senso di insoddisfazione. Mangiare non deve comportare dei sensi di colpa. E ciò non accadrà se si rispettano i cinque appuntamenti fondamentali al giorno. Ovvero merenda, spuntino, pranzo, merenda e colazione. Abituare il corpo ad una tale regolarità farà si che mangeremo in maniera più sana ed equilibrata. Eviteremo le abbuffate e ci sazieremo nei limiti del normale. È importante anche non farsi ossessionare dalle calorie assunte. Nella Dieta Cinese tale paletto viene visto in ottica negativa. Ed a dimostrazione di ciò ecco uno studio secondo il quale in Cina se ne assume il 30% in più rispetto agli statunitensi. Che sono campioni di cibo spazzatura. Ma si tratta di calorie che arrivano da alimenti esclusivamente sani, e che vanno poi smaltite con della necessaria e benevola attività fisica il più delle volte leggera. Ovvero una passeggiata ad andatura svelta per 3-4 vole a settimana, in cicli di 30-40′ ogni volta. Questa dieta presuppone che almeno un pranzo od una cena siano del tutto liquidi. E quindi a base di zuppe. Questo porta anche a non bere durante il pasto, per non togliere spazio utile nello stomaco. Poi, occorre assolutamente evitare di eliminare i carboidrati da quelle che sono le proprie abitudini alimentari. Perché questo comporta gravi e comprovati scompensi alla salute già dopo pochi giorni, con la reiterazione di tale comportamento. Infine, in Cina non c’è l’usanza di abbinare come contorno a carne o pesce la verdura. Questa diventa anzi un vero e proprio piatto a sé stante ed autonomo. Difatti finisce con il ricoprire almeno la metà di quello che è il fabbisogno giornaliero.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply