Breaking News

Draghi, non c’è traccia di effetti speciali. Salvini disturbatore seriale

Fino a qual punto il Premier potrà tollerare le provocazioni del Capo della Lega?

Non è facile per l’Osservatore ordinare idee e pensieri di fronte al caos e alle stonature della Maggioranza Frankenstein sostenitrice del Governo Draghi.

Da una parte il provocatorio e compulsivo protagonismo del Capo Politico e Religioso della Lega, quel Matteo Salvini che fa propaganda contro le scelte del Governo che sostiene e di cui fa parte attraverso alcuni suoi uomini; da un’altra parte gli inquietanti posizionamenti dei Cavalli di Troia Renziani all’interno del Pd per mettere in crisi il molle segretario Nicola Zingaretti al fine di favorire il rientro in Pompa Magna dell’ex Capo Scout di Rignano sull’Arno; da un’altra parte ancora gli smottamenti nel M5s all’ombra di chi sollecita l’ex Premier Giuseppe Conte a prendere al più presto in pugno i precari equilibri grillini. Da più parti si gioca allo scasso – insomma – forti del fatto che il Capo dello Stato abbia scongiurato le Elezioni Anticipate, rischio mortale per molti Onorevoli.

Liberi tutti, dunque, tra Ragli, Rutti e Scorregge. Roba da Inferno Dantesco.

Il tutto nell’attesa di poter ammirare gli Effetti Speciali annunciati dai soliti Media cortigiani e ignoranti. Da Giuseppe Conte a Mario Draghi, no problem il salto della quaglia per l’Informazione di Palazzo, conformista e formattata per servire l’Elevato di turno. In questo contesto discorso a parte per i Media Conservatori e Oscurantisti. A corto di Nemici da attaccare (il Governo Frankenstein impone regole di bon ton) i Giornali filo salviniani cartacei, digitali, on line e satellitari si sfogano contro il Ministro della Salute Roberto Speranza e contro il recente Passato interpretato da Giuseppe Conte. Spettacolo immondo!

Intanto non incantano le scelte compiute dal Nuovo Inquilino di Palazzo Chigi relative alla formazione del Governo e del Sottogoverno. Annunciato come Esecutivo dei cosiddetti “Migliori”, la Squadra di Governo è formata in massima parte da polverosa Materia di scarto. Meglio avrebbe fatto Draghi a nominare esclusivamente Tecnici non chiudendo peraltro a quelli di Area Politica.

Detto ciò, i Silenzi del Premier non aiutano a mettere ordine nella confusione. Silenzi che al momento lo fanno apparire debole perché troppo attento al Cencelli e alla Mediazione. E viene da chiedersi fino a qual punto Draghi sia disponibile a tollerare le ormai quotidiane provocatorie e irresponsabili parole di disturbo pronunciate dal Capo della Lega. Dalla originaria lotta alle mascherine, alla crociata aperturista, alla protesta per la cancellazione delle Gite Pasquali fuori porta. Non se ne può più!

Ad impreziosire il quadro si staglia sullo sfondo una Unione Europea avvitata sui Vaccini e in cui sul Tema MIgranti sono permanentemente sul ring Legalità, Etica, Morale e Diritti Umani…

 

Ps. “Sopra le Righe”, è il nuovo spazio che mi offre il privilegio di poter esprimere opinioni personali su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui i pareri del sottoscritto talvolta potrebbero non apparire coerenti con la linea editoriale di Hastag 24. News. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply