DRAMMA A PETRA (GIORDANIA), TURISTA ITALIANO MUORE COLPITO DA UN MASSO

100

Il turista Alessandro Ghisoni, 32 anni di Piacenza, era in compagnia della moglie e dei cognati quando è stato investito dalla roccia

Un turista italiano di Piacenza, Alessandro Ghisoni di 32 anni, è stato ucciso dalla caduta di massi a Petra, in Giordania, avvenuta – secondo una prima ricostruzione – in seguito a forti piogge. Il quotidiano piacentino Libertà, nelle sua pagina web, spiega che Ghisoni era in visita al sito monumentale con la moglie Sonia e i cognati, quando è stato colpito alla testa da un masso che si era staccato da una parete rocciosa.

Il giovane si è accasciato ed è stato soccorso da due medici che facevano parte della comitiva di escursionisti: inizialmente sembrava che potesse riprendere i sensi, ma il suo cuore ha smesso di battere sull’ambulanza che lo stava trasportando al più vicino ospedale. La moglie, una nota fotografa sposata nel luglio scorso, ha immediatamente avvertito i genitori di Alessandro, che si stanno recando in Giordania.

Ghisoni lavorava alla Bolzoni di Casoni di Podenzano, dove era molto apprezzato non solamente per la sua preparazione professionale, ma anche per le doti umane. Nel novembre del 2018, un’ondata di maltempo eccezionale sconvolse le rovine che hanno più di duemila anni. Circa 3700 turisti che stavano ammirando la città scavata nella roccia in epoca ellenistica, un dedalo di tombe e templi tra canyon e strette vallate, vennero salvati dalla prontezza di guide e venditori di souvenir che spinsero i visitatori fuori dal Siq, la lunga gola che conduce ai monumenti più celebri e li fecero arrampicare sui percorsi che dominano la tomba del Tesoro.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *