Educazione finanziaria a scuola: ecco cosa potrebbe riservare il futuro

Breaking News

In un futuro non troppo remoto l’educazione finanziaria potrebbe diventare una materia scolastica. Questo è uno degli obiettivi che si vorrebbero raggiungere a breve e questo perché la consapevolezza e l’educazione finanziaria aiutano a risparmiare e investire meglio.

A dire il vero non è la prima volta che si discute di questa possibilità. Negli ultimi anni in Italia se ne è discusso molto, ma ora c’è in cantiere qualcosa di più concreto. Al momento, infatti, ci sono tre disegni di legge in discussione presso la 7° Commissione del Senato, per cercare di introdurre dal primo ciclo d’istruzione una nuova materia: l’educazione economica e finanziaria.

Il percorso formativo, oltre che alle scuole di ogni ordine e grado, dovrebbe essere rivolto anche agli adulti e in particolare a giovani che sono alla ricerca della prima occupazione, a donne e ad anziani. La formazione sarebbe affidata alle banche, così da permettere a dei professionisti di entrare in contatto con i futuri investitori.

Il tutto è importante, soprattutto alla luce di quelli che sono i dati diffusi dalla Banca d’Italia in merito all’alfabetizzazione finanziaria. Nel nostro Paese il livello di alfabetizzazione finanziaria è decisamente basso rispetto ad altre nazioni. Solo il 30% degli italiani ha le basi per capire come investire e come risparmiare.

Per questo motivo, il fine ultimo dell’introduzione dell’insegnamento dell’educazione finanziaria nelle scuole di ogni grado a partire da quello primario è quello di permettere agli studenti di ottenere un buon livello di conoscenza del settore.

Del resto per investire consapevolmente è necessario avere un bel grado di conoscenza. Lo dimostra l’articolo di Affari Miei su come investire 100.000 euro. Quando si hanno dei fondi di questa entità è sempre importante sapere in che direzione muoversi. Lo si può fare sia con l’ausilio di fonti editoriali come quella appena citata ma anche con un buon grado di educazione finanziaria.

Proprio per questo motivo, l’obiettivo del Governo è molto interessante poiché permetterà di istruire una intera generazione andando a interessare anche gli adulti più carenti da questo punto di vista. Si tratta di una svolta che sicuramente darà i suoi frutti nei prossimi anni, perché dei risparmiatori più consapevoli sapranno anche come investire per creare profitto. Tutto questo può servire anche a creare una maggiore indipendenza economica dei soggetti interessati. Per molti sembra un obiettivo irraggiungibile, ma con il giusto grado di educazione sarà sempre più alla portata di tutti.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply