Breaking News

Effetto Draghi, i Media cambiano pelle. Come i serpenti…

Cambiano le linee editoriali di Giornali e tv. Nuovi format per Zoo e pollai politici

Effetto Draghi, i Media cambiano pelle. Come i serpenti… Una fugace occhiata ai giornali e ai programmi tv all’indomani del varo del Governo Draghi e basta poco per convincersi del mutamento di rotta e di toni dell’Informazione Nazionale.

Tutti allineati e coperti, tutti omologati al nuovo clima di apparente concordia. Il Governo della Grande Ammucchiata impone lo stravolgimento delle linee editoriali dei Media cartacei, satellitari e on line.

Unica nota stonata quella del Sole, l’Organo di Confindustria che oggi pubblica un sondaggio teso a stroncare il Reddito di Cittadinanza. Nient’altro che un modo di posizionarsi in vista dei Soldi del Recovery Fund. Una sparata dettata dal Presidente degli Industriali Carlo Bonomi a cui Mario Draghi – a giudicare da quanto dichiarato nei giorni scorsi – non dovrebbe prestare alcuna attenzione.

Dovranno intanto cercarsi nuovi nemici quei giornali che recentemente hanno sbarcato il lunario lucrando sugli attacchi pressoché quotidiani a Giuseppe Conte; dovranno cambiare format gli Zoo e i Pollai Televisivi che hanno fatto audience soprattutto grazie alla litigiosità attorno al Governo Conte degli Onorevoli Ospiti. Tutti specializzati – gli Onorevoli di turno -nell’alzare la voce, tutti incontenibili e irrefrenabili nel parlarsi addosso, tutti uguali nel dissentire con movimenti della testa quando si scoprono in onda. Da Daniela Santanché a Giorgio Mulé, tanto per fare dei nomi… Nient’altro che Prevaricatori in nome della Squadra di appartenenza. Onorevoli Prevaricatori oggi però Tutti banditi dalle passerelle tv a causa delle rispettive esuberanze dialettiche.

I giornali dovranno cambiare i Titolisti, le Tv dovranno puntare su Opinionisti e Intellettuali per adeguare i programmi al nuovo corso.

La Grande Ammucchiata impone toni educati ai Nemici di sempre oggi trasformati in belanti Alleati di Governo. Out gli insulti, l’Informazione dovrà adattarsi al Draghi’s Style.

La Commedia durerà fino a quando l’Alleanza-Frankenstein non libererà il Mostro che nasconde in sé.

Fuori uso l’ormai ininfluente rottamatore Matteo Renzi, a picconare e a rottamare questa Maggioranza di Tutti e di Nessuno ci penserà – vedrete – Matteo Salvini, il Capo Politico e Religioso della Lega che già mostra evidenti segni di disagio nell’interpretare il ruolo di Buonista. Sta stretta al Leghista la nuova parte in Commedia che il Regista di turno gli ha imposto dopo averlo costretto a mandare in soffitta la Bestia, ovvero quel pull di creatori di Immagine ritenuto ormai obsoleto rispetto ai tempi.

Ma tranquilli, è soltanto una questione di tempo. Tutto – prima o poi – tornerà come prima…

 

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,

 

 

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply