Eruzioni del Gusto, evento enogastronomico a Pietrarsa

34

Eruzioni del Gusto, a tavola cibi e vini di terre vulcaniche dal 12 al 14 ottobre

Calici di vini delle terre vulcaniche tra bianchi, rossi, rosati, novelli, passiti, liquorosi. E ancora, degustazioni di pomodorini del piennolo sul pane del Vesuvio, pizza e dolci della tradizione napoletana, assaggi con i Consorzi di Tutela e le principali aziende da Nord al Sud dell’Italia. Parte sabato 12 ottobre alle 10.00 la seconda edizione di Eruzioni del Gusto, iniziativa enogastronomica promossa dall’associazione ORONERO – Dalle scritture del fuoco e in programma fino al 14 ottobre al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a Napoli. L’iniziativa prevede per tre giorni degustazioni dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 di prodotti tipici di eccellenza della gastronomia dei territori vulcanici (e non) dell’Italia, assaggi di vini: dal Vesuvio all’Etna, dal Vulture al Soave.

La Campania è presente con vini dai Campi Flegrei all’isola di Ischia passando per l’Irpinia e il Sannio fino alla zona di Costa d’Amalfi e del Cilento, il tutto sotto la supervisione e i consigli di esperti sommelier dell’AIS Campania, chef rinomati, food blogger. Non mancheranno momenti dedicati ai grandi prodotti come la master class sui formaggi di straordinari casari curata da Giuseppe Iaconelli, esperto affinatore, o la degustazione con Paolo Caciorgna, chiamato anche l’enologo delle star per la sua collaborazione con Sting e Andrea Bocelli, che a Pietrarsa presenta in anteprima il suo Etna Bianco Guardoilvento. ”Fertilità dei suoli vulcanici, vini di prima qualità e prodotti della nostra terra frutto delle mani sapienti di contadini e traformatori, scandiranno la seconda edizione di Eruzioni del Gusto” dice il presidente dell’associazione culturale ORONERO – Dalle scritture del fuoco, Carmine Maione ”Una tre giorni che chiamerà a raccolta le scuole, il mondo della ricerca scientifica, chef e Consorzi di tutela uniti per esaltare le eccellenze culinarie ma anche la cultura dell’ospitalità e del turismo sostenibile”. Sulle tavole, tra i prodotti di alta qualità, saranno presenti le Dop dal Pomodorino del piennolo del Vesuvio alla Mozzarella di Bufala Campana, dalla Colatura di Alici di Cetara al Provolone del Mocaco fino ai Limoni di Costa d’Amalfi. Dalla Basilicata l’Olio d’oliva di Aliano, il Pecorino canestrato di Moliterno, i Fagioli di Sarconi solo per citare alcune delle eccellenze lucane.

Il viaggio tra i banchi di degustazione prosegue tra alcuni prodotti selezionati da ‘Alimentale’ come il Pecorino Bagnolese Vero, Caciocavallo Podolico, Caciocavallo Silano Dop, gli Etnei, Persefone (latte ovino km 0), la Calabria con Nduya di Spirlinga, il cacio dei Lattari. In tema di cibo e vini, previsti anche convegni dal contenuto scientifico sui benefici e le virtù a cura del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’, workshop e convegni sulla Dieta Mediterranea. A reggere le fila dell’evento sarà il tema della sostenibilità, declinata sotto l’aspetto economico, sociale e ambientale. Si discuterà di sostenibilità dei suoli vulcanici a tavola con degustazioni di vini e cibi.

Tra le novità di quest’edizione anche un container eco friendly, munito di autonoma energia elettrica proposto da Italia Power. Nella tre giorni docenti, economisti, urbanisti si confronteranno sui temi dell’innovazione in agricoltura e nelle colture, sulla sostenibilità ai tempi dei cambiamenti climatici, sulla risorsa mare e la pesca nel Mar Mediterraneo. Nei saloni delle locomotive di Pietrarsa il mare sarà protagonista in collaborazione con la Regione Campania – FEAMP (Fondo europeo delle attività marine e la pesca) e la Fondazione Dohrn. Tra le curiosità il viaggio in 3D nel Museo dell’arte, del vino e della vite, e la mostra multimediale con Gino Ambrosio viaggiatore/reporter testimonial di Oronero. Lunedì 14 ottobre alle 18.00 ci sarà la presentazione della Guida/catalogo delle aziende vinicole e vitivinicole della Campania realizzata dalla Regione e dall’AIS Associazione Italiana Sommelier – Campania.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *