Breaking News

Fabrizio Corona, legale: chiederò incontro al Ministro della Giustizia Cartabia

La mossa difensiva dopo il ritorno in carcere dell’ex fotografo

La richiesta di incontro con il ministro della Giustizia, Marta Cartabia, per affrontare il caso di Fabrizio Corona, ma anche la situazione “di altri detenuti”. È l’iniziativa annunciata dall’avvocato Ivano Chiesa, difensore di Fabrizio Corona, dopo il ritorno in carcere dell’ex re dei paparazzi deciso dal Tribunale di Sorveglianza di Milano per il mancato rispetto di varie prescrizioni che hanno spinto i giudici a revocargli il provvedimento di differimento pena che gli era stato concesso nel dicembre 2019 per permettergli di curarsi da una patologia psichiatrica. Una decisione accolta con uno scatto di rabbia dall’ex fotografo che l’11 marzo ha opposto resistenza all’arresto, arrivando a frantumare un vetro dell’ambulanza intervenuta sul posto provocandosi alcune ferite. È stato perciò portato all’ospedale Nigarda e ricoverato per 12 giorni nel reparto di psichiatria dove, tra l’altro, è entrato in sciopero della fame. Nella tarda serata di ieri è stato prelevato e portato al carcere di Monza da 8 agenti della polizia penitenziaria con un “metodo” che secondo il suo difensore é “incomprensibile” soprattutto per “un uomo innocuo come Fabrizio che fa male soltanto a sè stesso”. Da qui la decisione del legale di convocare una conferenza stampa per denunciare “la dimostrazione muscolare di questo Stato” nei confronti di un uomo “che non mangia da 12 giorni e prende psicofarmaci”. Un metodo che all’avvocato Chiesa non è piaciuto affatto: “Forse non vivo più in Italia, ma in Turchia o in Afghanistan”.

 


Loading Facebook Comments ...

leave a reply