Breaking News

FACEBOOK: ADOLESCENTI PAGATI PER INSTALLARE UN’APP CHE LI SPIA

Adolescenti spiati con “Facebook Research”

Dal 2016 Facebook ha pagato fino a 20 dollari al mese utenti tra i 13 e i 35 anni per installare un’app che permetteva al social network di catturare praticamente qualsiasi attività dell’utente. In particolare, rivela TechCrunch, si tratta di una Vpn (una rete di telecomunicazione privata) chiamata “Facebook Research“, gestita da tre servizi specializzati nei test di app provvisorie: Applause, BetaBound e uTest. In questo modo, Facebook camuffava la propria presenza. Menlo Park ha ammesso il programma, affermando che è stato utile per raccogliere informazioni sulle abitudini degli utenti. Ma ha contestato la sua segretezza: il pagamento e il consenso all’accesso sono sempre stati palesi. Secondo TechCrunch, però, non ci sarebbe solo un tema di privacy (soprattutto per i piu’ giovani). Facebook Research è molto simile di Onavo, app controllata dal social network con lo stesso obiettivo: raccogliere dati e analizzarli. È stata bandita da Apple la scorsa estate. Proponendo un’applicazione gemella, Facebook ha di fatto aggirato le norme dell’App Store. Menlo Park ha rimosso l’app da iOS ma non da Android. Secondo gli specialisti che hanno analizzato “Research”, in cambio di 20 dollari al mese (o anche meno), gli utenti consentivano l’accesso a messaggi privati sui social media, chat nelle app di messaggistica istantanea (foro e video compresi), email, ricerche web, navigazione, posizione, monitoraggio delle app scaricate. Insomma, spiega TechCrunch, un accesso “quasi illimitato” allo smartphone dell’utente.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply

Hashtag24News

Altri articoli di interesse