Breaking News

FESTIVAL DI SANREMO 2020, LE COVER DEI 24 CAMPIONI

Sui passi dell’incredibile coreografia firmata da Daniel Ezralow, si apre la terza serata del Festival 

Ieri sera, giovedì 6 febbraio 2020, è andata in onda su Rai 1 la terza puntata del Festival della Canzone Italiana condotto da Amadeus. Al suo fianco, per celebrare la musica nel mondo, due eccellenze internazionali: la prima, Georgina Rodríguez, che arriva dalla Spagna, e Alketa Vejsiu, star della televisione in Albania. Nel corso della terza serata i 24 Big in gara hanno iniziato subito conducendo il pubblico dell’Ariston in un viaggio attraverso le canzoni che hanno fatto la storia del Festival di Sanremo. Ognuno nella propria maniera i cantanti, in compagnia di ospiti italiani e internazionali, hanno reinterpretato alcune delle canzoni più emozionanti ed entusiasmanti dei sessantanove anni di Festival. Tutte le esibizioni questa volta sono state votate dai membri dell’orchestra e dalla direzione musicale, affidata a Leonardo de Amicis, nonché motore musicale del Festival.

Hanno fatto ballare e cantare il pubblico dell’Ariston cover come quelle di Diodato al fianco di Nina Zilli, con il brano 24 mila baci (Adriano Celentano, 1961); i Pinguini Tattici Nucleari con un medley di otto brani: Papaveri e papere (Nilla Pizzi, 1949), Nessuno mi può giudicare (Caterina Caselli, 1966), Gianna Gianna (Rino Gaetano, 1978), Sarà perché ti amo (Ricchi e Poveri, 1997), Una musica può fare (Max Gazzè, 1998), Salirò (Daniele Silvestri, 2002), Sono solo parole (Noemi, 2011) e Rolls Royce (Achille Lauro, 2019); L’italiano interpretato da Francesco Gabbani. Non sono mancati brani emozionanti come Piazza Grande (Lucio Dalla, 1972), proposto da Tosca, al fianco di Silvia Perez Cruz; Spalle al muro (Renato Zero, 1991) portato da Anastasio e dalla P.F.M. e molti altri toccanti omaggi alla storia del Festival.

Gli ospiti d’eccezione

La serata degli omaggi ha visto salire sul palco del Teatro Ariston importanti ospiti italiani ed internazionali: dopo un trionfante ingresso con tanto di banda musicale, Roberto Benigni ha raggiunto Amadeus sul palco dell’Ariston per regalare al pubblico un’interpretazione della prima canzone scritta nella storia dell’umanità: il Cantico dei Cantici, un testo contenuto nella Bibbia ebraica e cristiana, una storia d’amore, descritta da Benigni, come “la vetta della poesia di tutti i i tempi, una meraviglia dell’umanità”, un testo in cui “ogni parola è un diamante, un dono di suprema bellezza”.

Durante la serata, con gran sorpresa sono salite sul palco le cantanti Emma, Giorgia, Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Laura Pausini, Elisa e Gianna Nannini per presentare in diretta il concerto evento che le vedrà protagoniste il 19 settembre 2020 alla RCF Arena di Reggio Emilia, il più grande evento musicale di sempre contro la violenza sulle donne. L’evento, che prende il nome di “Uno. Nessuna. Centomila”, raccoglierà fondi destinati ai centri antiviolenza. Super ospiti della terza serata di Sanremo 2020 anche Lewis Capaldi, che canta i suoi due grandi successi Before you go e Someone you loved; Mika, che dopo aver cantato le sue due hit Dear Jealousy e Happy Ending, incanta ed emoziona il pubblico con un omaggio al grande cantautore Fabrizio De André: “Lui ha scritto una canzone che dice proprio quello che penso io sull’amore, amore che comincia e poi finisce” Mika anticipa così il brano Amore che vieni, amore che vai.

La classifica finale della terza serata

Elaborata dai maestri dell’orchestra, di seguito la classifica della serata dedicata alle canzoni che hanno fatto la storia del Festival:

  1. Tosca, Silvia Pérez Cruz – Piazza Grande (Lucio Dalla, 1972)
  2. Piero Pelù – Cuore matto (Little Tony, 1967)
  3. Pinguini Tattici Nucleari – Settanta volte (Medley)
  4. Anastasio, Premiata Forneria Marconi – Spalle al muro (Renato Zero, 1991)
  5. Diodato, Nina Zilli – 24 mila baci (Adriano Celentano, 1961)
  6. Le Vibrazioni, Canova – Un’emozione da poco (Anna Oxa, 1978)
  7. Paolo Jannacci, Francesco Mandelli, Daniele Moretto – Se me lo dicevi prima (Enzo Jannacci, 1989)
  8. Francesco Gabbani – L’italiano (Toto Cutugno, 1983)
  9. Rancore, Dardust, La Rappresentante di Lista – Luce (Elisa, 2001)
  10. Marco Masini, Arisa – Vacanze romane (Matia Bazar, 1983)
  11. Raphael Gualazzi, Simona Molinari – E se domani (Mina, 1964)
  12. Enrico Nigiotti, Simone Cristicchi – Ti regalerò una rosa (Simone Cristicchi, 2007)
  13. Rita Pavone, Amedeo Minghi – 1950 (Amedeo Minghi, 1983)
  14. Irene Grandi, Bobo Rondelli – La musica è finita (Ornella Vanoni, 1967)
  15. Michele Zarrillo, Fausto Leali – Deborah (Fausto Leali, 1968)
  16. Achille Lauro, Annalisa – Gli uomini non cambiano (Mia Martini, 1992)
  17. Levante, Francesca Michielin, Maria Antonietta – Si può dare di più (Umberto Tozzi, Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri, 1987)
  18. Giordana Angi, Solis String Quartet – La nevicata del ’56 (Mia Martini, 1990)
  19. Elodie, Aeham Ahmad – Adesso tu (Eros Ramazzotti, 1986)
  20. Alberto Urso, Ornella Vanoni – La voce del silenzio (Tony Del Monaco, 1968)
  21. Junior Cally, Viito – Vado al massimo (Vasco Rossi, 1982)
  22. Riki, Ana Mena – L’edera (Nilla Pizzi, 1958)
  23. Elettra Lamborghini, Myss Keta – Non succederà più (Claudia Mori, 1982)
  24. Bugo e Morgan – Canzone per te (Sergio Endrigo, 1968)
Loading Facebook Comments ...

leave a reply