Breaking News

FICO, AIUTARE ISTITUTO STUDI FILOSOFICI.

Il Presidente della Camera Fico a Napoli per sostentere l’Ente culturale.

Il presidente della Camera, Roberto Fico, partecipando all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Istituto per gli studi filosofici di Napoli afferma che “il centro culturale vada sostenuto”.  La terza carica dello Stato ha spiegato: “Sono convinto che questo istituto ha fatto cultura a Napoli, fa cultura a Napoli e chi investe e crede nella cultura e forma cittadini va sempre aiutato, le soluzioni si devono trovare”. Un legame, quello con l’Istituto, che inizia anni fa, negli anni del meet up napoletano. “In una prima riunione che facemmo nel 2005 a Mergellina arrivò un gruppo di ragazzi con un libretto rosso – ha ricordato Fico – ed era un gruppo di ragazzi dell’Istituto per gli Studi Filosofici e il libretto riassumeva una problematica gravissima dello lo sversamento dei rifiuti tossici che all’epoca non conoscevo. E da lì abbiamo iniziato un lavoro insieme”. L’Istituto italiano per gli studi filosofici (Iisf), diploma d’onore del Parlamento europeo, è un’accademia culturale e scientifica privata con sede a Napoli, nel palazzo Serra di Cassano,  sede di manifestazioni culturali e di iniziative di studio di rilevanza europea. Fu costituito il 17 maggio 1975 a palazzo Corsini a Roma, sede dell’Accademia nazionale dei Lincei, da Enrico Cerulli, presidente dell’Accademia, Elena Croce, figlia del filosofo Benedetto, l’avvocato appassionato di filosofia Gerardo Marotta, il filosofo Pietro Piovani e il professor Giovanni Pugliese Carratelli, storico, docente universitario, collaboratore dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana.

Il presidente onorario è Pierluigi Celli. Lo scopo dell’Accademia è di promuovere e sostenere gli studi filosofici e scientifici. Dispone di una biblioteca di oltre 300.000 volumi, donati da Gerardo Marotta. L’Istituto ha promosso la fondazione di centri studi, scuole di alta formazione ed iniziative editoriali tra cui: la Scuola di studi superiori, la rivista Nouvelles de la République des Lettres, diretta da Paul Dibon e Tullio Gregory, la Scuola internazionale per gli alti studi scientifici, l’Assise del popolo napoletano contro le deroghe alle leggi sulla contabilità dello Stato, la Scuola superiore di immunologia, la Scuola di San Gimignano, la Scuola internazionale del diritto dei popoli, la Scuola internazionale di biofisica, la Scuola internazionale di biocibernetica, le scuole di alta formazione in 200 comuni del sud italia, il Centro internazionale di studi Bruniani, la Diffiety School, l’Istituto italiano per gli studi europei, il Centro di studi mediterranei, la Scuola superiore di fisica, la Sede di Heidelberg, l’Istituto italiano per gli studi filosofici e scientifici “G. Tarantino” in Gravina di Puglia, il Centro internazionale di studi classici della Magna Grecia, la Scuola europea d’alta formazione umanistica Mnemosyne e la Scuola europea di alti studi.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply