Gambero Rosso premia ristorante Fantin Tokyo e chef Pollini

33

Italiani all’estero, molti i giovani talenti ai fornelli

Sono tanti i giovani italiani, una schiera di talenti che hanno scelto un ristorante oltre confine come sede di lavoro. Gambero Rosso delinea la geografia mondiale dei nostri chef all’estero nella guida Top Italian Restaurants di Gambero Rosso, che sarà presentata oggi a Roma. Secondo quanto apprende l’ANSA lo Chef dell’Anno è Emanuele Pollini del “Ovo by Carlo Cracco” di Mosca; Te’rra a Copenaghen, dei giovani Valerio Serino e Lucia De Luca, è il Ristorante Emergente. La Pizzeria dell’Anno è “Futura” a Berlino, progetto del pizzaiolo Alessandro Leonardi e del cantante dei Planet Funk Alex Uhlmann. Il “Ristorante – Luca Fantin” a Tokyo, da 10 anni nella Bulgari Ginza Tower, per il Gambero Rosso è la migliore esperienza di cucina italiana nel mondo e vince il premio di “Ristorante dell’Anno”. Le città più premiate: Parigi, New York, Tokyo e Copenaghen. Top Italian Restaurants, sottolinea Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso. ”è in linea con la nostra mission strategica di attrarre l’attenzione di appassionati e gourmet di tutto il mondo sugli ambasciatori del gusto italiano. Ci è sembrata quindi naturale la scelta di pubblicarla sin dalla prima edizione esclusivamente online e in lingua inglese, per renderla fruibile ad un pubblico internazionale più vasto possibile”.’Questa guida digitale – spiega il curatore del Gambero Rosso, Lorenzo Ruggeri – ha selezionato non solo i migliori chef, ma anche quei luoghi della ristorazione che utilizzano prodotti Made in Italy, vere ambasciate del gusto e della promozione del nostro Paese nel mondo”.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *