GeVi, confermata la coppa italia e la seconda stagione… per il momento

Il consiglio direttivo LNP si riaggiorna alla prossima settimana, lasciando in bilico più d’una situazione.

Breaking News

E alla fine la montagna partorì il classico topolino

La LNP conferma tutto…salvo aggiornamenti nel prossimo consiglio direttivo che avrà luogo, sempre in videoconferenza, tra una settimana.

Per la Coppa Italia, al momento ancora in programma, dipenderà dalle candidate sedi con cui sono in atto i discorsi organizzativi, con Rimini e Cervia (che ospiterebbe l’evento della Serie B) in pole position.

Non si confermano, quindi, ma nemmeno si smentiscono, le voci che parlano di uno stravolgimento della fase finale della stagione; la riunione che avrebbe dovuto essere la svolta si traduce in un nulla di fatto che scontenta tutti…tranne la Serie B, riuscita a portare a termine la stagione regolare senza particolari inconvenienti.

Restano molte incognite soprattutto sul girone Rosso di serie A2, dove la situazione emersa in seno ai gruppi squadra di Ferrara, Rieti e Chieti viene monitorata in attesa di poter fissare i recuperi delle rispettive partite rinviate.

Si rimanda, dunque, tutto alla prossima settimana, con l’unica novità dell’indicazione del 30 giugno come data ultima per il termine dei campionati. La prossima settimana, – recita il comunicato pubblicato dalla lega – rielaborata l’ulteriore, nuova programmazione delle gare da recuperare, ed individuando la data ultima di disputa degli incontri, sarà valutata la possibilità di salvaguardare lo svolgimento della seconda fase (orologio).

Un’altra settimana d’incertezza, con voci destinate a rincorrersi, e gli abbonati ad LNP Pass ancora a chiedersi se saranno disponibili le 78 partite dei vari gironi della fase ad orologio che erano inclusi nell’abbonamento pagato ad inizio stagione e se le partite che hanno visto avranno avuto un senso o meno, visto che non trapela alcunchè nemmeno riguardo al blocco delle retrocessioni.

Resta, poi, l’incognita sulle voci riguardanti una presunta wild card per una terza formazione di serie A2 che accederebbe al massimo campionato nonostante non abbia ottenuto la promozione sul campo, motivo per il quale si era ventilata la possibilità di disputare anche una finale 3º-4º posto nella giornata di ieri.

Dal consiglio di lega, però, nulla è emerso, visto anche il coinvolgimento necessario della LBA in un’eventuale riaggiustamento dei criteri di accesso al massimo campionato nazionale preannunciato da Gandini; un terzo spot, che andrebbe a rendere pari il numero di squadre di serie A, dipenderebbe dal blocco delle retrocessioni dalla massima categoria, altra questione che ha generato giuste rimostranze, soprattutto dal punto di vista di chi aspira alla promozione.

Sarà definitiva, come da intenzioni espresse, la prossima riunione? Si accettano scommesse.

 


 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply