GeVi Napoli: in trasferta a Chieti per chiudere la prima fase.

Non sarà dell’incontro Josh Mayo e ancora qualche dubbio, per lo stato fisico di Parks.

Breaking News

Ultimo appuntamento con il Girone Rosso per la GeVi Napoli, i partenopei scenderanno in campo sabato al PalaTricalle per affrontare la Lux Chieti di coach Maffezzoli, subentrato a stagione in corso all’esonerato Sorgentone.
Il ricordo del trionfo di Cervia, con Diego Monaldi a sollevare l’ambita e meritata Coppa Italia, è ancora fresco nella memoria dell’ambiente, tuttavia coach Sacripanti vuole mettere subito da parte il successo e lavorare per l’obiettivo promozione.

Non sarà dell’incontro Josh Mayo: il playmaker ex Openjobmetis Varese è volato negli USA per improvvisi problemi familiari, si riaggregherà al gruppo nei prossimi giorni. Desta ancora qualche dubbio, invece, lo stato fisico di Jordan Parks. L’ala statunitense ha forzato la mano con l’infortunio durante il weekend di coppa, tuttavia prosegue le terapie per recuperare dall’infortunio alla spalla destra, la sua presenza, domani, è tutt’altro che assicurata.

Per il tecnico azzurro, quella di Chieti rappresenta, comunque, un’opportunità: “Ci aspetta una partita da giocare contro una squadra con grande voglia di vincere. Noi andremo a Chieti in grande difficoltà di organico vista l’assenza di Mayo e le condizioni di Jordan Parks ma vogliamo dare una dimostrazione di solidità. Dovremo cercare di essere bravi ad attaccare la loro zona e a saper gestire bene il nostro ritmo.”

L’AVVERSARIO
Tra l’andata, conclusasi 95-80 con una prestazione monstre di Meluzzi ad impedire la fuga agli azzurri, ed il ritorno è cambiato il manico della formazione teatina; allo storico Domenico Sorgentone è subentrato Massimo Maffezzoli, nome già conosciuto in Campania per i suoi trascorsi alla guida della Scandone Avellino, con cui aveva raggiunto i play-off in Serie A.

Non in grande spolvero all’andata, Paulius Sorokas resta la punta di diamante della formazione abruzzese: il lituano, classe ’92, porta in media, in campionato, la bellezza di 16.5 punti segnati, conditi da 9.6 rimbalzi, a conferma della sua centralità nel gioco biancorosso anche dopo l’avvicendamento in panchina.

Da non sottovalutare l’altro straniero, Pendarvis Williams. La guardia statunitense, 13.3 punti di media, è un’ottima spalla offensiva, con i suoi 2.1 assist di media, oltre che un discreto realizzatore.

Sono rimasti impressi i suoi 28 punti dell’andata: a quasi 23 anni, Davide Meluzzi ha fatto un netto salto di qualità nelle proprie prestazioni, passando dai circa 6 punti di media in serie B lo scorso anno, ai 12.3 di questa stagione al piano superiore. Giocatore elettrico, vive un periodo di naturale appannamento ma resta un pericolo costante tanto dentro come fuori dall’area.

Da segnalare anche i vari Sodero (ex San Severo) e l’ex Virtus Roma Santiangeli, giocatore molto efficace dalla lunga distanza.

Il problema dei biancorossi? Comune a tante altre compagini: la coperta è corta.

L’ULTIMO PRECEDENTE
Al PalaTricalle, stagione 2011-12, la allora BPMed incappò nella terza sconfitta in quattro uscite nonostante i 19 punti messi a segno da Musso. I teatini, del grande ex Stefano Rajola, s’imposero con il risultato di 76-70 con una grande difesa nel quarto finale e sulle ali di Feliciangeli e Rossi, entrambi a referto con 18 punti. Proprio Rossi fu MVP indiscusso della gara, aggiungendo ben 13 rimbalzi (7 offensivi), 6 palle recuperate, una stoppata e 3 assist per un gigantesco 39 di valutazione.

Palla a due prevista per le 18 di domani, agli ordini dei signori Enrico Bartoli (Trieste), Nicholas Pellicani (Ronchi dei Legionari) e Marco Marzulli (Pisa); sarà possibile vedere l’incontro in diretta sulla piattaforma LNP Pass, per gli abbonati, oppure in differita su TeleCapri Sport, canale 74 del digitale terrestre, tv ufficiale della GeVi Napoli.

 


Loading Facebook Comments ...

leave a reply