GeVi Napoli, primo match point al Pala Carrara di Pistoia

Un successo per chiudere la serie. Sacripanti avverte: “Buona gara 2 di Pistoia, in casa vorranno ripetersi”

Breaking News

Bisognava vincere le due partite in casa, è stato fatto

Adesso manca la ciliegina, quel terzo punto che chiuderebbe la pratica quarti di finale contro una Pistoia che ha dimostrato tanti pregi, ma anche pesanti lacune.

La GeVi, senza fretta di reinserire Lombardi, per il quale si attenderà un totale recupero, torna in campo domani alle 18, con l’obiettivo di non dover ampliare la prenotazione in albergo e poter prepararsi alla semifinale (contro Treviglio o Ferrara) sfruttando una settimana piena di allenamenti, cosa quasi impossibile quando arrivano i playoff. Ma servirà concentrazione ed alzare il livello dai primi minuti, contro una squadra che, sicuramente, vorrà cercare di portarsi a casa almeno il punto della bandiera.

Ne è cosciente coach Sacripanti, che non si fida dei buoni risultati ottenuti finora.

Ci aspetta una gara difficile su un campo ostico come il PalaCarrara di Pistoia. I nostri avversari hanno giocato una buonissima gara due e vorranno sicuramente ripetersi. Sono convinto che le chiavi della partita saranno la gestione del ritmo ed il controllo dei rimbalzi. Siamo consapevoli che ci sarà da soffrire tutti insieme, dovremo essere bravi a mantenere la nostra identità difensiva.

 

L’AVVERSARIO

Gara 1 e Gara 2 hanno dato molte indicazioni sull’attuale momento della squadra di coach Carrea: in primis la totale inadeguatezza di Tre Shaun Fletcher nei meccanismi biancorossi. Fuori dagli schemi, l’ex fortitudino ha messo a referto un’ottima Gara 1 che, però, non ha mai visto la GTG mettere apprensione a Mayo e compagni, arrivando addirittura ad inseguire di ben 21 lunghezze. In Gara 2 lo statunitense è sparito dai radar e, paradossalmente, la squadra ne ha beneficiato.

Saccaggi e Poletti, su tutti, ma anche il solito Sims, hanno fatto vedere sprazzi di talento che hanno permesso ai toscani di restare a lungo in partita ed imbrigliare l’attacco azzurro; bene anche il capitano Della Rosa, con un paio di conclusioni pesanti in momenti importanti della partita.

La GTG, però, paga a caro prezzo la mancanza di rotazioni, come dimostra il crollo verticale nel finale di Gara 2 che ha facilitato lo strappo decisivo di Napoli.

 

L’ULTIMO PRECEDENTE

Anche qui bisogna retrotrarsi al 1991/92, quinta giornata d’andata del gironcino playoff/playout per salire in A1. La Depi di un favoloso, quanto abituale, Walter Berry (25+11r) chiude avanti il primo tempo, limitando anche il cecchino Rowan (chiuderà con 11 punti a referto), ma cede nel finale alla spinta di Dan Gay (14+13r) e Silvestrin (15) che permettono, così, ai toscani di prevalere di strettissima misura (67-65).

A disposizione di Joe Isaac, allenatore di quella Napoli, c’era già colui che avrebbe, 14 anni dopo, sollevato la Coppa Italia nel cielo di Forlì: Mimmo Morena.

Palla a due prevista per le 18, con la direzione di gara affidata ad Alessio Dionisi (Fabriano), Valerio Salustri (Roma) e Daniele Calella (Bologna).

Come sempre, l’incontro sarà trasmesso sulla piattaforma LNP Pass, per gli abbonati, ma sarà comunque possibile seguire la diretta audio attraverso la pagina Facebook del Napoli Basket, con radiocronaca di Michele Botti.

In differita, le emozioni del Pala Carrara potranno essere rivissute su TeleCapri Sport, canale 74 del digitale terrestre, tv ufficiale del sodalizio partenopeo.

 


Loading Facebook Comments ...

leave a reply