Gevi Napoli, Sacripanti: contento per la vittoria, le squadre che hanno avuto problemi simili ai nostri hanno forti altalene di rendimento.

Breaking News

Bravi i ragazzi a reagire dopo aver perso equilibrio nel parziale di Roma, Mayo? Tenuto a casa per precauzione, la squadra deve saper arrangiarsi e non piangersi addosso

È un Pino Sacripanti soddisfatto, quello che si presenta in conferenza stampa al Palasport Luca Avenali, dopo il successo ottenuto sui padroni di casa dell’Eurobasket Roma; il coach della Gevi ha elogiato i suoi per la reazione e dato anche una spiegazione sugli improvvisi black out che paiono colpire la squadra, come successo anche in Supercoppa con Scafati:

Sono particolarmente contento per questa vittoria perché, dopo un precampionato così difficile, abbiamo vinto su un campo duro contro una squadra molto organizzata e fisica; questo ci ripaga di tutto il lavoro fatto fino ad adesso.

Su Mayo, assente per infortunio, il coach canturino è stato chiarissimo: “Sabato è stata una doccia fredda ma non abbiamo voluto rischiarlo, inoltre è giusto che la squadra si sappia arrangiare senza piangersi addosso per la mancanza di qualche giocatore”

L’allenatore azzurro ha poi analizzato più nel dettaglio la prestazione: “Siamo stati bravi all’inizio, abbiamo perso un po’ di equilibrio nel parziale di inizio secondo quarto dove non abbiamo fatto canestro, ma neanche difeso, però abbiamo reagito bene chiudendo il primo tempo a +1. Nel terzo quarto siamo stati quasi perfetti.” Chiosa anche sulla condizione fisica della squadra: “Si vede tantissimo che le squadre che sono state ferme per il covid hanno degli up and down, anche ieri San Severo ha mostrato questo trend, non tanto dal punto di vista del gioco quanto realizzativo; oggi siamo andati all’intervallo con una percentuale da tre punti oscena ma con tiri ben costruiti. Dobbiamo essere consapevoli, più che arrabbiati, che ci sono momenti negativi e dobbiamo limitarli con la difesa”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply