GIORNATA CONTRO DROGHE: SALVINI, STRONCHEREMO SPACCIO COME FATTO CON IMMIGRAZIONE ILLEGALE 

159

Tra le le novità messe in campo dal ministero dell’Interno per celebrare la Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga il nuovo sito istituzionale della direzione centrale per i servizi antidroga, raggiungibile all’indirizzo https://antidroga.interno.gov.it. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è pronto a incontrare nuovamente i rappresentanti delle comunità di recupero, come già successo mesi fa al Viminale, mentre, nel frattempo, il ministro della Famiglia e delle Disabilità, Lorenzo Fontana, ha messo a disposizione dei fondi e ha aperto alcuni tavoli di lavoro tecnico con esperti del settore. Un sondaggio Swg certifica che il 53 per cento degli italiani pensa che il consumo di droghe sia in leggero aumento (18 per cento) o in forte aumento (35 per cento), mentre il 69 per cento si dice “abbastanza d’accordo” (26 per cento) o molto d’accordo (43 per cento) sul raddoppio delle pene per chi spaccia.

Il titolare del Viminale dichiara: “Nessuna pietà per i venditori di morte e per le mafie che fanno affari con lo spaccio. Moltiplicheremo i nostri sforzi – spiega – per contrastare sempre di più la vendita di droga: controllo del territorio, prevenzione, pene più severe, dialogo continuo con gli esperti del settore. L’ambizione è avere gli stessi risultati ottenuti contro il business dell’immigrazione clandestina”.

E il ministro Fontana informa: “In quest’anno di lavoro abbiamo investito sette milioni di euro per la prevenzione dall’uso di droghe, 3 milioni per progetti nelle scuole, 2,2 milioni per il sostegno alle comunità terapeutiche, abbiamo stretto accordi con le Forze dell’ordine e aderito alle reti internazionali di cooperazione all’antidroga. Abbiamo inoltre – continua – attivato tavoli tecnici in vista della prossima Conferenza nazionale sulle droghe. Continuiamo a lavorare per la tutela di giovani e famiglie”.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *