Governo: Salvini, “Conte mi odiava e a Di Maio non ero simpatico”

45

“La chat” con Conte e Di Maio “è ancora aperta.

Mi hanno deluso dal punto di vista umano, dal punto di vista politico li giudicheranno gli italiani. Per loro evidentemente la poltrona valeva più dell’interesse del Paese. Poi se mi dice ci dormo male, le rispondo no. Il presidente del Consiglio mi odiava, a Di Maio non stavo simpatico”. Lo dice Matteo Salvini, ospite di Skytg24. “Dal lato umano hanno perso molto – afferma – se lei va in un’altra azienda, sarebbe stupido e irriconoscente se i suoi ex colleghi la insultassero. Mi hanno deluso dal punto di vista umano, uno che in 15 giorni passa da ministero del Lavoro a quello degli Esteri… io avrei detto ‘so fare una cosa, occuparmi di interni, non posso andare mica agli Esteri'”.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *