HAMSIK E IL MISTERO CINESE, ANCELOTTI INFURIATO: “COME DICE DE LAURENTIIS O NIENTE”

213

Grassani, legale dei partenopei: “Siamo a buon punto per la cessione di Hamsik, Ancelotti ha dato l’ultimatum alla società cinese. Non c’è un problema di garanzie, ma di transazioni”

Il trasferimento in Cina di Marek Hamsik non è affatto scontato. Per il legale del Napoli esisterebbe un problema di transazioni legate anche al fuso orario, ma Ancelotti non ci vede chiaro e scende in campo: “Si fa come dice il presidente De Laurentiis o Marek resta con noi”. Mattia Grassani, il legale del calcio Napoli, intervenendo su radio Crc. “Gli aspetti economici sono fondamentali in queste transazioni, siamo comunque a buon punto, Ancelotti ha presentato un ultimatum alla società cinese: o si fa come dice il presidente De Laurentiis o non se ne fa nulla”, ha spiegato Grassani. La trattativa resta complessa e, al momento, non ci sono comunicazioni definitive. “Essendoci 8 ore di fuso orario tra Cina e Italia e soprattutto modi di ragionare differenti, la trattativa diventa sempre più complessa. I tempi sono garantiti adeguatamente alla volontà del calciatore di poter affrontare questa grande opportunità, oggi è lunedì tra domani e dopodomani avremo un esito quasi definitivo”, ha osservato il legale.

Grassani ha discusso anche delle modalità con le quali la trattativa è stata condotta. “Il Napoli non è terra di conquista, di nessuno. Il presidente, Aurelio De Laurentiis ha imposto molto la dignità della società, portando avanti le condizioni per la cessione definitiva senza porre alcuna modifica da terzi. Tra Hamsik e la società sportiva Napoli c’è un rapporto meraviglioso, si darà la possibilità al calciatore di accogliere la grande opportunità di andare a giocare in Cina ma se i diktat del Presidente saranno rispettati. Uno dei punti di discordia della trattativa è stata l’ambiguità della società cinese, non c’è un problema di garanzie ma di transazioni. Questa vicenda ci ha mandati in apnea come società, speriamo in una fine positiva”, ha concluso Grassani.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *