Breaking News

Il Napoli è tornato. Batte la Samp e si rilancia

Sampdoria-Napoli Sampdoria Napoli 2-4

Dopo mesi di profonda crisi, di risultati e di identità, il Napoli torna a delle vittorie importantissime e convincenti.

Un tris di vittorie sotto la guida di Gennaro Gattuso che lasciano definitivamente alle spalle la brutta crisi che durava da troppi mesi. Dopo le vittorie contro Lazio e Juventus, il Napoli era chiamato a delle conferme, che sono arrivate anche se, contrariamente a quanto dice il risultato di 4 a 2, la vittoria contro la Sampdoria è stata molto sofferta. Pur avendo segnato subito due reti, gli azzurri si sono fatti recuperare da un goal da cineteca del solito Quagliarella e poi su calcio di rigore.

Questa partita, che sembrava infinita, ci dice due cose. Una, il Napoli è tornato a giocare come il buon Napoli degli ultimi anni passati, soprattutto nel primo tempo. Due, alcuni black out tornano sempre ad affiorare e, solo due guizzi ci hanno permesso di battere la Sampdoria. La discontinuità di rendimento nelle diverse fasi di un match sono ancora un neo pericoloso. E’ una doppia faccia di cui la seconda fa ancora un po’ paura, ma Gattuso ora avrà tempo e modo di formare il “nuovo” Napoli contro squadre molto più abbordabili, così da scalare la classifica e tentare una clamorosissima qualificazione Champions, anche se davvero difficile.

Ottime note positive: i goal di Demme (nella sua carriera di solito segna raramente) e quello di Mertens, sperando che questo goal sblocchi di nuovo uno degli idoli dei tifosi (a meno 2 reti dal record assoluto di Hamsik).

Purtroppo la gioia di questi risultati lascia comunque molto amaro in bocca. Cosa era accaduto in quei lunghi 4 mesi di crisi profonda? E’ una domanda a cui nessuno riesce a dare risposta e macchia in maniera pesante i calciatori, anche in caso di clamoroso aggancio della qualificazione in Champions. Ora la squadra ha il dovere di compiere uno sforzo immane, ma con il tifo organizzato che torna a farsi sentire al San Paolo, tutto dovrebbe essere più semplice. Occorrono sacrificio ed umiltà, doti proprie del nuovo condottiero calabrese.

Alla prossima.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply