Breaking News

LA CRISI IN ALTALENA: AMAZON ASSUME 75MILA PERSONE, WALT DISNEY NE LICENZIA 45MILA

In totale Amazon ha assunto in queste settimane circa 175 persone mentre Disney licenzia perché da metà marzo i parchi tematici della società sono chiusi a causa dell’epidemia

Amazon assume, Disney licenzia, è questo l’effetto a due facce della crisi economica innescata dal Covid 19. Per il colosso dell’e-commerce, le nuove assunzioni, ben75 mila, si aggiungono alle 100mila a tempo pieno e part-time annunciate nelle scorse settimane. l boom di acquisti online legato all’emergenza Covid 19 continua a spingere la crescita di Amazon che ha annunciato nuove assunzioni dopo quelle della settimana scorsa. Mentre il colosso dei media soffre per la chiusura dei parchi di divertimento, ancora chiusi e annunciato 43 mila licenziamenti.

Amazon ha fatto sapere che intende assumere altre 75mila persone per far fronte al balzo della domanda a causa del coronavirus. Le nuove assunzioni si vanno ad aggiungere alle 100mila a tempo pieno e part time annunciate nelle scorse settimane. “Siamo orgogliosi di annunciare che l’impegno a 100mila posti di lavoro è stato completato e che i nuovi dipendenti già lavorano negli Usa. Continuiamo a sperimentare un aumento della domanda e continueremo ad assumere creando ulteriori 75mila posti”, ha spiegato Amazon in una nota. Tempi duri per i dipendenti Disney. Da metà marzo i parchi tematici della società sono chiusi a causa dell’epidemia e così Walt Disney licenzia 43.000 impiegati nei suoi parchi di divertimento chiusi per il coronavirus. Lo hanno reso noto i sindacati, comunicando l’accordo poi confermato dall’azienda. Questi ultimi licenziamenti concordati con il Service Trades Council, che rappresenta 3 associazioni sindacali, scatteranno il 19 aprile. I parchi della Disney nel mondo hanno iniziato a chiudere per il coronavirus da metà marzo. La società si è impegnata a pagare l’assicurazione sanitaria dei dipendenti licenziati per 12 mesi.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply