Breaking News

La GeVi esce alla distanza, Pistoia ko e 2-0 nella serie.

Compiti fatti per gli azzurri, con un Burns quasi in doppia doppia (16+9r), supportato da Zerini (15), Parks (15) e Marini (12). Un po’ di tempo per carburare, quei cinque minuti che chiedevamo ai genitori prima di alzarci dal letto, poi la GeVi macina gioco ed avversari. Squadra ostica, quella toscana, a lungo in partita nonostante la prestazione molto negativa di uno dei suoi americani, Fletcher.

Coach Sacripanti: Complimenti a Pistoia che ha giocato una gara intensa. Noi abbiamo perso a rimbalzo offensivo, subendo la loro fisicità ma siamo stati bravi in difesa ed a rimanere compatti quando ci siamo trovati sotto nel punteggio. Allargando il campo, alla fine, siamo riusciti venire a capo di una difesa molto solida. Pistoia è una squadra che non molla mai, sapevamo che sarebbe stata una partita dura. Adesso ci aspetta una trasferta molto difficile, pensiamo una gara alla volta.

 

 

LA CRONACA

Ancora panchina per Burns, coach Sacripanti si affida alle sue due torri Iannuzzi-Zerini, completando lo starting five con Mayo, Marini e Parks; Pistoia ripropone il solito quintetto con Riisma in luogo di Poletti.

Gli ospiti partono con il piede sull’acceleratore, complice anche una GeVi ancora un po’ fredda: Sims e Fletcher provano la fuga, ma vengono immediatamente neutralizzati da Mayo e Parks, con 4 punti ciascuno (8-8).

È una partita che non lesina colpi duri, Iannuzzi subisce un ponte a rimbalzo che non viene sanzionato, poi Zerini cancella letteralmente Sims.

L’intensità difensiva degli uomini di Carrea, che pressano a tutto campo, paga dividendi concedendo il primo piccolo vantaggio biancorosso con Poletti e Wheatle che non sbagliano dalla lunetta (10-14); Napoli ricade nei suoi peccati contro la zona, palla troppo ferma e giocatori troppo indecisi sul da farsi. Un canestro difficilissimo di Poletti convince coach Sacripanti che è meglio fermare il cronometro e dire qualcosa ai suoi.

Ci pensa Zerini a scuotere gli azzurri, palla ricevuta sul mezzo angolo, piedi messi a posto e tripla del -3.

Il lungo fiorentino si ripete con un long two, poi capitan Monaldi gestisce l’ultimo possesso e trova la bomba del sorpasso a fil di sirena (18-16).

È Burns ad aprire il secondo quarto con un buon appoggio al tabellone. Coach Sacripanti ordina la zona 2-3, ma Pistoia resta in scia con Poletti, giocatore totalmente diverso da quello (non) visto in Gara 1.

La tripla frontale di Uglietti regala un primo mini allungo alla GeVi, Saccaggi risponde subito con 6 punti consecutivi ed è sorpasso Giorgio Tesi; Wheatle completa il break di 8-0 e la panchina azzurra chiama nuovamente un time out.

È ancora Burns a tenere a contatto la GeVi, giungendo ad otto punti consecutivi, ma Napoli commette l’errore di concentrare troppo il gioco su di lui e, quando gli ospiti si fanno trovare pronti, non riesce a riprendersi il comando.

Ma non basta questo ad a abbattere gli azzurri: Sandri sradica dal traffico un rimbalzo offensivo e pesca, con lo scarico, Uglietti per la tripla del pari (32-32).

Una buona zona permette agli azzurri di prendersi l’ultimo possesso del primo tempo, ma non riesce, stavolta, il buzzer beater.

Pistoia è squadra che ama partire forte: Wheatle mette subito la tripla dall’angolo, ma la GeVi risponde con Parks che, tuttavia, manca l’aggancio nel libero supplementare.

Gli azzurri vengono graziati dal clamoroso errore proprio del britannico, che manca la schiacciata in contropiede, ma non ne approfittano, consentendo a Della Rosa di trovare il massimo vantaggio (36-42) con 5 punti consecutivi.

Napoli pasticcia, Marini prova a scuoterla, dopo un primo tempo davvero opaco e condizionato dai falli. Gli azzurri tornano a -1 con la tripla di Zerini, ma Iannuzzi commette un’ingenuità che regala tre liberi a Poletti. Il numero 4 pistoiese ne segna due, Marini altrettanti subito dopo ed è di nuovo -1.

Il sorpasso nasce da una buona difesa, con terzo fallo di Saccaggi incluso: lo trasforma Parks, con la bomba frontale (48-46); la GeVi alza l’intensità difensiva e riesce a recuperare una palla costringendo Fletcher all’infrazione sulla rimessa, coach Carrea è costretto a fermare il cronometro.

Si rivede anche Burns, che riassaggia il parquet trovando il decimo punto della sua gara. L’ex Brescia si ripete poco dopo, poi la tripla di Parks fissa il 55-50 Napoli. Poletti non molla un centimetro e replica per riportare Pistoia ad un possesso di distacco, Della Rosa pareggia ancora da 3, ma Parks si è definitivamente svegliato e lo ripaga con la stessa moneta.

Carrea inserisce Riisma per l’ultimo possesso, ma trova soltanto il -1, al 30’ Napoli è avanti 58-57.

Stavolta sono gli azzurri a prendersi l’avvio del quarto: subito tripla per Zerini, poi Burns recupera un rimbalzone offensivo e serve Marini per il massimo vantaggio dei padroni di casa (63-57).

La reazione ospite è nelle mani di Sims, che rischia l’infrazione di passi, trovando in extremis un viaggio in lunetta sfruttato a metà; la GeVi non si scompone e, ancora con Burns, trova il canestro dal campo. In un raro lampo di serata, Fletcher segna la tripla del -4. Ma Napoli, ora, è pienamente nel match: altro rimbalzone e canestro di Burns per il 67-61.

Che l’inerzia sembri cambiare lo si vede a metà frazione: Poletti fallisce una tripla aperta, Uglietti firma il +8 subito dopo.

Chi non muore si rivede ed è il caso di Mayo; sua la tripla del +11 a cui ribatte un gioco da 3 punti di un indomito Poletti. Ma Pistoia sbatte su un muro chiamato Jordan Parks che rispedisce indietro un Saccaggi anche troppo nervoso.

Le ultime cartucce di coach Carrea non bastano ad una coriacea Giorgio Tesi: Marini la rispedisce indietro, Sacripanti ferma il cronometro quando poteva sembrare che la partita potesse impazzire.

Il quindicesimo punto di un indiavolato Zerini chiude i giochi, la ciliegina sulla torta la mette Marini con la schiacciata a due mani in contropiede.

Gevi Napoli Basket-Giorgio Tesi Group Pistoia 80-70(18-16;32-32;58-57)

Gevi Napoli Basket: Zerini  15,Iannuzzi 2,Klacar ne,  Parks  15, Sandri, Marini 12, Mayo  7, Uglietti 8, Burns 16,  Monaldi 3, Coralic ne, Cannavina ne. All. Sacripanti.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Querci ne, Del Chiaro, Poletti 17, Fletcher 7, Saccaggi 10, Sims  13, Zucca ne, Wheatle 11, Della Rosa 8, Riisma 4. All.Carrea.

 

IL COMMENTO

Vittoria? Fatto.

Percentuali da 3? Aggiustate.

Rodaggio di Burns? Affermativo.

Basterebbero queste tre voci per dare la stima del lecito ottimismo che si può respirare in casa GeVi.

Gli azzurri hanno pazienza, quasi lasciano sfogare gli avversari, poi accelerano e Pistoia può solo tentare di farsi trascinare per un buon tratto, prima di mollare la presa.

Testa subito a Gara 3, per chiudere la pratica ed attendere con molte più certezze.

PhotoCredit: Antonio Balasco

 


Loading Facebook Comments ...

leave a reply