Breaking News

LEGITTIMA DIFESA APPRODA A MONTECITORIO, SALVINI: “OGGI LA APPROVIAMO”.

Lega e M5S evitano di intervenire sul testo della legittima difesa per accelerare i tempi

Matteo Salvini annuncia che la riforma sulla “legittima difesa” sarà legge e approvata definitivamente già oggi. Lega e M5s evitano di intervenire a Montecitorio per permettere al testo di andare più veloce possibile. I malumori, più o meno palesi, ci sono anche nella maggioranza: addirittura 32 deputati 5 stelle hanno disertato i lavori in segno di polemica. Una protesta perlopiù silenziosa che non dovrebbe creare problemi interni: il provvedimento simbolo per la Lega, dopo il via libera del Senato il 24 ottobre scorso, ambisce a essere approvato in blocco già nelle prossime ore. Solo ieri Salvini aveva detto: “L’accordo è chiuso con i 5 Stelle sulla legittima difesa: entro marzo sarà legge”.
Comincia, così, a Montecitorio la discussione su quello che è un provvedimento simbolo della Lega passato con i voti della maggioranza, ma anche di Fi e Fratelli d’Italia. Il Carroccio punta a un’approvazione in blocco da parte di Montecitorio, senza cioè modificare nulla della norma uscita da Palazzo Madama. Il dossier M5s contro la legittima difesa firmato dalla deputata Rina De Lorenzo.

Da giorni nella posta privata di alcuni eletti M5s sta circolando un dossier interno che passa in rassegna le “criticità” contenute nel provvedimento sulla legittima difesa. L’obiettivo dichiarato è quello di ‘smontare’ in punta di diritto il provvedimento. L’autrice del testo di 10 pagine è la deputata Rina De Lorenzo, tra coloro che la settimana scorsa hanno deciso di disertare il voto sulle pregiudiziali di costituzionalità della proposta di legge e che ora minacciano di fare altrettanto sui punti del provvedimento considerati più ‘indigeribili’. “L’articolo 1 della pdl in questione modifica il comma 2 dell’articolo 52 c.p., precisando che nei casi di legittima difesa domiciliare si considera ‘sempre’ sussistente il rapporto di proporzionalità tra la difesa e l’offesa. L’inserimento dell’avverbio ‘sempre’ tra il verbo ‘sussiste’ e le parole ‘il rapporto di proporzione di cui al primo comma del presente articolo’ introdurrebbe una presunzione di proporzionalità assoluta”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply