Breaking News

LUCA SACCHI, IL PAPÀ VUOTA IL SACCO SU ANASTASIYA: “NASCONDE QUALCOSA”

Alfonso, papà di Luca, esterna i suoi dubbi sulla giovane fidanzata

Dell’omicidio di Luca Sacchi, il giovane ucciso davanti a un locale di Roma mentre era in compagnia della fidanzata, ci sono solo due certezze: chi è la vittima e chi è l’assassino. Di quella notte, infatti, si sa solo che a sparare e uccidere il giovane è stato Valerio Del Grosso. Il resto invece è tutto un punto di domanda a cui il padre Alfonso non riesce ancora a dare spiegazioni. Con Luca quella tragica serata c’era Anastasiya Kylemnyk, nel cui zainetto, secondo gli intermediari di Del Grosso, c’era il denaro per acquistare marijuana o cocaina e “che forse nasconde qualcosa”, dice papà Alfonso in una lunga intervista al Messaggero. D’altronde “i comportamenti della giovane – come una figlia in casa Sacchi – non escludono che c’entri qualcosa”. Poi c’è un’altra incognita: il ruolo dell’amico di Luca, Giovanni Princi, e la trattativa per l’acquisto di droga da lui pilotata. “Si è scoperto che, dopo l’omicidio di mio figlio, Princi ha spostato l’auto di Anastasiya. Probabilmente doveva nascondere qualcosa, è l’unica spiegazione. Anche perché, in quel contesto, avrebbe dovuto pensare a Luca e non a spostare una macchina”. I misteri di questa vicenda per Alfonso Sacchi si fanno sempre più oscuri, soprattutto se torna ai giorni prima della morte del figlio, “quando Anastasiya si era allontanata da noi e si comportava in maniera più distaccata”.

C’è anche il cellulare di Luca Sacchi fra quelli su cui sono in corso accertamenti tecnici su disposizione della Procura capitolina. Per l’omicidio del 24enne, ucciso con un colpo di pistola alla testa davanti a un pub nella zona di Colli Albani nella notte tra il 23 e il 24 ottobre scorso, il pm Nadia Plastina ha disposto analisi su altri 3 telefonini che ora i carabinieri del Nucleo Investigativo stanno controllando. Salgono così a 8 i cellulari sottoposti ad accertamenti allo scopo di ricostruire i contatti prima e dopo tra gli amici di Luca, la fidanzata Anastasia e le persone che avrebbero avuto un ruolo nel presunto scambio di droga-soldi finito poi in tragedia. Per la morte di Sacchi sono in carcere Valerio Del Grosso, che ha materialmente sparato, e Paolo Pirino, accusati di concorso in omicidio. Accertamenti tecnici sono in corso anche sulla mazza da baseball con cui Pirino avrebbe colpito Anastasia e Luca.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply