Breaking News

LUKE PERRY MUORE PER ICTUS A SOLI 53 ANNI. ADDIO ALLA STAR DI BEVERLY HILLS, 90210

L’attore Perry mercoledì era stato colpito da un ictus e le sue condizioni sono peggiorate nelle ultime ore

Luke Perry è morto a soli 53 anni stroncato da un ictus cerebrale. L’attore statunitense è deceduto nelle scorse ore secondo quanto riporta TMZ. Noto per aver interpretato il ruolo di Dylan McKay nella serie televisiva Beverly Hills 90210, il 53enne si è spento al St. Joseph’s Hospital di Burbank: il suo portavoce ha sottolineato che insieme all’artista c’erano i suoi figli Jack e Sophie, la fidanzata Wendy Madison Bauer, l’ex moglie Minnie Sharp, la madre Ann Bennett, il patrigno Steve Bennett, il fratello Tom Perry, la sorella Amy Coder e altri parenti stretti e amici. Il legale ha evidenziato che i medici avevano sedato Luke Perry con la speranza di dare la possibilità al suo cervello di riprendersi dopo il trauma dell’ictus, ma il danno era troppo grave.

Dopo il boom con Beverly Hills 90120, Luke Perry ha recitato in altre serie televisive e film di successo: il ruolo da protagonista più recente è quello nello show Riverdale, nel ruolo del padre di Archie. Tmz sottolinea che ha anche preso parte alle riprese dell’ultimo film di Quentin Tarantino, Once upon a time in Hollywood. Sono già centinaia i messaggi di cordoglio sui social network, con l’attore nato a Mansfield che ha lasciato il segno nel cuore di tantissime persone. Vi proponiamo qua una carrellata di tweet: «Sta finendo un’epoca. Pensavo veramente che alla fine ce l’avresti fatta. Sono così triste», «Sconvolge la morte di #LukePerry. Un attore che ha fatto innamorare generazioni di adolescenti», «Addio idolo assoluto dei miei anni spensierati. Ciao Dy, pure se sei stato un virtuale personaggio televisivo, non sai quanto sei stato importante per me. Ciao #LukePerry, grazie per averlo magnificamente interpretato».

Loading Facebook Comments ...

leave a reply