Breaking News

Maltempo in Campania, allagementi e danni da Napoli a Salerno

Maltempo, le previsioni erano state piuttosto chiare, ma la realtà si è dimostrata anche peggio

L’ondata di maltempo che ha colpito la Campania è stata particolarmente aggressiva e ha causato ingenti danni soprattutto a Napoli e a Salerno. Nel capoluogo il nubifragio si è scatenato a partire dalle 12,30. Temporale, vento forte e precipitazioni intense hanno immobilizzato la città, fortunatamente erano chiuse, su disposizione del sindaco Luigi de Magistris, le scuole così come i parchi pubblici e i cimiteri. Tra sottopassi e stazioni della metropolitana allagate i guai peggiori sono stati registrati alla Pignasecca dove una tettoia è volata via da un palazzo e si è schiantata nel violetto sottostante distruggendo una piccola parte dell’area mercatale e ferendo una donna.

Disagi anche nei quartieri collinari Vomero e Arenella, per la caduta di alberi a via Scarlatti e a via Domenico Fontana, con i forti venti che in alcuni punti hanno toccato velocità da record (a Bacoli registrate raffiche da 116,676 chilometri all’ora). Paura forse addirittura maggiore a Salerno dove una tromba d’aria ha scatenato il panico soprattutto nella zona orientale della citta’. Nel quartiere Torrione diversi alberi sono stati sradicati dalla furia degli elementi che ha provocato danni ad abitazioni, locali e auto parcheggiate. Con la viabilità cittadina fortemente limitata è ancora in corso l’operazione di vigili del fuoco e polizia locale che stanno intervenendo nelle zone più funestate dal maltempo.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply