MARTEDÌ SALVINI FA LE VALIGIE. M5S-PD, ACCORDO FATTO. RESTANO I DETTAGLI

241

Bando alle ciarle! Martedì sarà l’ultimo giorno di Matteo Salvini a Palazzo Chigi e al Viminale. Checché ne dicano i dispensatori di suspence. E i titoli rabbiosi e disperati di oggi dei quotidiani più reazionari e oscurantisti del Paese – la Verità (peraltro da qualche giorno arricchito dalla firma del Signor Nessuno Daniele Capezzone ndr) e Libero, giornali da sempre senza lettori – sono lo specchio della chiusura dei giochi attorno al futuro Governo e allo stesso tempo sono l’annuncio dell’uscita dalla scena governativa di Salvini. E’ finita per l’Aguzzino dei deboli! Un requiem lo accompagnerà…

E’ finita l’avventura governativa per il Leader della Lega nonostante i media cartacei, televisivi o online – continuamente alle prese con la disperata vendita di titoli e con la catttura di audience e clic – facciano di tutto per tenere viva l’attenzione in barba all’evidenza del Quadro Politico.

C’è infatti poco da dubitare sull’intesa M5s-Pd di fronte alla benedizione Urbi et Orbi data da Beppe Grillo e da Matteo Renzi sull’allenza Giallorossa, c’è poco da dubitare di fronte alle parole (prudenti per dovere d’Ufficio) di Nicola Zingaretti, c’è poco da dubitare di fronte all’ipotesi di contratto alla tedesca tracciata da Graziano Delrio, c’è poco da dubitare di fronte alle dimensioni dei Calibri messi in campo dalle Due Parti, c’è poco da dubitare di fronte al parere favorevole di Romano Prodi, Uno dei Padri Nobili del Centrosinistra.

Prodi si spinge a proporre una coalizione modello Ursula – la stessa che rese possissibile l’elezione della Presidente della Commissione UE, Ursula Von der Leyen – includendo anche pezzi di Forza Italia. E non a caso Renzi continua a mantenere vivi i rapporti con i Berlusconiani. Semplice coincidenza? Mah!

Unica voce contraria, quella di Carlo Calenda, il Pariolino che si crede Chissachi e che ora minaccia di fondare un proprio partito in caso di intesa Pd-Cinquestelle. Buona fortuna… Non sarà Costui a mandare all’aria un Accordo che – di fatto – è già chiuso. Restano da curare soltanto i dettagli… Fidatevi!

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

18/08/2019  h.

 

 

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *