Breaking News

Matteo D’Arabia rottama maggioranza e se stesso. Finirà fuori dai giochi

Il boccino passa nelle mani del Capo dello Stato. La Pazza Idea: Maggioranza Giallorossazzurra

La Follia dell’Indecente D’Arabia e il conseguente Delirio di Onnipotenza, di Incoscienza e di Arroganza del  Medesimo fa calare il buio sulla vecchia Alleanza di Governo Giallorossa e fa accendere i riflettori sul nuovo possibile scenario politico, scenario che il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha svelato in prima serata a Reti Unificate.

Il Quirinale pone al Centro della Scena l’ex Presidente della BCE, Mario Draghi. Domani – all’ora dell’aperitivo – il Prescelto salirà al Colle

Comunque – Draghi o Altri – qualunque sia il nome del prossimo Premier, Questi dovrà essere sostenuto da una Maggioranza Parlamentare. Missione non impossibile, l’istinto di sopravvivenza politica spingerà molti Parlamentari ad intonare la Ola nei riguardi del Presidente Incaricato. In ballo i circa 300mila euro a testa previsti fino al termine della Legislatura.

Ed ecco che – tra gli Scenari possibili – potrebbe stagliarsi la Pazza Idea di una Maggioranza Giallorossazzurra

Tradotto per il volgo fuori dalla vecchia Alleanza il Matteo d’Arabia, dentro il Silvio d’Arcore.

Paturnie Cinquestelle permettendo, l’Ipotesi è realizzabile. Il Teorema – inoltre – darebbe nuova linfa al fronte Europeista e metterebbe inesorabilmente fuori gioco Matteo Renzi e la sua Banda.

Brutta Persona, l’Indecente d’Arabia. Addirittura Figura Oscena quando – di fronte allo Sceicco elargitore della mancetta da 80mila dollari, lo stesso Sovrano sospettato di essere il mandante di atroci crimini – il Rignanese ha magnificato il costo del lavoro presente all’ombra di cammelli e di grattacieli nel deserto. Il Capo di Italia Viva ha magnificato il trattamento economico riservato ai Lavoratori Stranieri presenti a Riad, Lavoratori ai quali solitamente vengono sequestrati i passaporti ed elargite paghe da sopravvivenza, da schiavi

Detto ciò, ritorna alla mente quanto il Mai Berlusconiano Tastierista scrisse nel pezzo pubblicato il 29 us: “Piaccia o non piaccia, soltanto Lui – il Silvio Nazionale Maestro nel confezionare Colpi di Teatro – potrebbe liberare il Paese dalla asfissiante morsa dei Due Mattei (licenza lessicale del Vostro Tastierista Ndr). Meditate, meditate Gente…”.

Ci scopriremo buoni profeti? Ai prossimi giorni l’Ardua Sentenza…

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale. Voltaire docet…

Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,

Loading Facebook Comments ...

leave a reply