Breaking News

Michele Bravi coinvolto in un incidente mortale

Michele Bravi, è rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui è morta la conducente dell’altro veicolo interessato. A riferirlo è lo staff del cantante con una nota pubblicata sui suoi canali social ufficiali, in cui spiega che quanto accaduto ha sconvolto, psicologicamente parlando, Bravi. “Giovedì sera – scrive sui suoi profili social – Michele è rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui purtroppo la conducente dell’altro veicolo interessato, non è sopravvissuta.

 

Confidiamo nel lavoro della Magistratura nella determinazione delle responsabilità del sinistro, queste le parole del suo avvocato Manuele Gabrielli.

 

Quanto accaduto ha certamente ed intimamente sconvolto le vite di tutti coloro che erano legati alla persona che non c’è più e a Michele. Il giovane cantante coinvolto in un incidente mortale avrebbe fatto inversione di marcia centrando una moto.

In questo momento nel rispetto del dolore di tutti, gli impegni professionali presi in precedenza saranno annullati. Nello specifico: i due live di domenica 25 novembre presso il Teatro Principe di Milano sono annullati, il live di mercoledì 28/11 a Roma presso la location Largo Venue è annullato”.

Secondo le prime ricostruzioni riportate da rockol.it, “Bravi era al volante di una Bmw noleggiata tramite un servizio di car sharing, mentre la donna – 58 anni – guidava una moto di grossa cilindrata, una Kawasaki. Il cantante avrebbe fatto un’inversione di marcia senza dare precedenza: l’impatto sarebbe stato molto forte e la Bmw avrebbe centrato in pieno la moto.

La donna, cadendo, avrebbe battuto il volto con violenza. L’incidente è avvenuto in via Generale Edoardo Chinotto a Milano, in zona San Siro. Inutili i soccorsi: dopo un tentativo di rianimazione sul posto, la donna è stata portata all’ospedale San Carlo ed è morta ufficialmente poco dopo l’arrivo in ambulatorio. La moto e l’auto sono state sequestrate.

Per Bravi potrebbe configurarsi l’accusa di omicidio stradale: “Confidiamo nel lavoro della Magistratura nella determinazione delle responsabilità del sinistro”, si legge nella nota.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply