Breaking News

Migranti, fermo amministrativo per Sea Watch 4 dopo 11 ore d’ispezione

Tutto fermo a Palermo per quanto riguarda la nave della ong tedesca Sea Watch, entrata da poco in servizio nel Mediterraneo e già obbligata a stare alla fonda. “La Sea Watch 4 è bloccata. Per 11 ore, gli ispettori hanno cercato l’ago in un pagliaio, e ancora una volta hanno trovato ragioni assurde per trattenerci”, ha fatto sapere la stessa ong su Twitter. “Con questo fermo arbitrario – aggiunge l’organizzazione umanitaria – la guardia costiera sta deliberatamente mettendo a rischio vite umane”. Anche l’inizio dell’ispezione a bordo era stata segnalata da Sea Watch e Msf sui social, intorno a mezzogiorno di sabato. Solo qualche ora prima, dalla ong facevano sapere di un naufragio in corso nella serata di ieri al largo di Garabulli, in Libia.

“Un pescatore ci ha appena detto di aver salvato 21 persone ma ha dovuto lasciarne indietro 33, aggrappate ai resti del gommone”, si leggeva sui canali social di Sea Watch. Migranti che la nave non è riuscita a raggiungere e a soccorrere per via del fermo da parte della Guardia Costiera italiana, arrivato al termine della lunag e minuziosa ispezione. Una misura già annunciata, per la ong tedesca e per Msf che sui social scrivevano: “Non occorre attendere l’esito dell’ispezione per ipotizzare la possibilità che la Sea-Watch 4 venga sottoposta a fermo amministrativo, Con le autorità italiane che da un anno ormai utilizzano strumentalmente questi controlli tecnici per bloccare le navi umanitarie impegnate nel soccorso in mare”. E i fatti lo hanno confermato.

La Sea Watch 4 è la quinta nave umanitaria ad essere bloccata in cinque mesi “a causa di tecnicismi usati come pretesto per impedire di salvare vite in mare”, affermano le ong. Nel frattempo continuano gli sbarchi sulle coste italiane. A Lampedusa si sono registrati 13 arrivi di barche e barconi solo nelle ultime 24 ore e gli ospiti dell’hotspot sono saliti a 487. Tra loro, anche una donna che ha partorito su un gommone poco prima dell’intervento della motovedetta.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply