MIGRANTI, LA ONG MARE JONIO CHIAMA PALAZZO CHIGI: FATELI SBARCARE

33

Si replica la Vergogna Mondiale al largo di Lampedusa. Oggi secondo sbarco a rate. A toccare terra due uomini e una donna in condizioni di salute gravissime. I tre sono stati ricoverati d’urgenza in ospedale.

“Questa è la volontà dello Stato italiano, evidentemente: farli sbarcare – perché sarà inevitabile alla fine, e lo sanno tutti – ma uno per uno e in barella”, è il commento di Cecilia Strada di Mediterranea.
Vergogna Salviniana avallata dalla colpevole complicità dei Ministri Cinquestelle Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli.
Dopo il “trasbordo della vergogna” – quello di due giorni fa, in cui donne incinte e bambini furono lanciati sul gommone della Capitaneria di porto – un altro, fulgido esempio del sadismo istituzionale insito nella ratio dei decreti Salvini tanto cari a Luigi Di Maio, il nuovo alleato del Pd nel nascente governo.

Lo sbarco dei tre Infermi nel giorno della sfida e dell’ appello. La Ong Mediterranea-Mar Jonio – con ancora 34 disperati a bordo –  chiama Palazzo Chigi: Fateci sbarcare implora. Per il Premier Incaricato Giuseppe Conte è il tempo di mostrare gli attributi. Faccia sbarcare i profughi della Ong e dia un segno di Discontinuità di fronte alla Barbarie Salviniana. Trovi la scappatoia legale per liberare i 34 Disgraziati sottoposti a sequestro di persona.

Intanto, Pd e M5s hanno raggiunto l’accordo sul fatto che i decreti sicurezza dovranno essere modificati. Bisognerà tenere conto dei rilievi fatti dal Presidente della Repubblica. E’ questa la linea faticosamente raggiunta sulla modifica dei provvedimenti-bandiera dell’era di Salvini al Viminale. Ma la cronaca non aspetta i tempi della politica. E mentre i ministri M5s – Toninelli e Trenta, entrambi in Lista di sbarco dal Governo  – continuano a controfirmare i divieti di ingresso per le Navi delle Ong, a bordo della mare Jonio la situazione si fa sempre più drammatica. Tanto più che si è rotta una pompa e quindi manca l’acqua.

Il Segretario del Pd, Nicola Zingaretti, nelle ultime ore ha postato la foto della pagina di Repubblica dedicata al dramma di bambini, donne incinte e feriti trasbordati su un gommone con il mare in tempesta dicendo: “Queste cose non vogliamo più vederle. Non è umano. Fate scendere subito questi esseri umani”.

01/09/2019   h.17.40

 

 

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *