Museo Nazionale Romano in versione pop, il Mibact mette la cultura in rete

91

Le sedi del network romano che proporranno spettacoli sono Palazzo Massimo, Crypta Balbi, Terme di Diocleziano e Palazzo Altemps 

Proiezioni, giochi di luce e colori per il Museo nazionale romano, che con le sue sedi si presenta al pubblico virtuale in versione ‘classico pop’. Il complesso museale autonomo di Roma – di cui fanno parte Palazzo Massimo, Crypta Balbi, Terme di Diocleziano e Palazzo Altemps – aderisce a ‘La cultura non si fermà, l’iniziativa messa in campo dal ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo per portare nelle case i siti culturali italiani chiusi al pubblico a causa dell’emergenza Coronavirus.
 
Sul suo profilo Twitter e sul suo canale Youtube, il Mibact pubblica in queste ore i video registrati e pubblicati dalle istituzioni culturali di tutta Italia – tra musei, parchi archeologici, archivi e biblioteche – in occasione della maratona solidale l’Italia chiamò. Il Museo nazionale romano sceglie di presentarsi al suo pubblico virtuale con le immagini della mostra ‘Il classico si fa pop. Di scavi, copie e altri pasticci’, già ospitata nelle sale di Palazzo Massimo e Crypta Balbi. Un modo per recuperare da casa l’esposizione realizzata con un allestimento a effetto per raccontare tra l’altro il tema della serialità artistica di moda già nell’età classica. 
 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *