Breaking News

MUSICA, A ROMA EVENTO BENEFICO “NAPOLI NEL CUORE”

Torna per il settimo anno consecutivo “Napoli nel cuore”, la serata benefica dedicata alla cultura napoletana, in programma domenica, dalle 17,30, al Teatro Eduardo De Filippo di Officina Pasolini a Roma. Ideata e organizzata da Fabrizio Finamore, l’evento offrirà anche quest’anno – dopo aver ospitato le performance di Renzo Arbore, Enrico Montesano, Mariano Rigillo, Tosca, Teresa De Sio e Nino D’Angelo -, un cast di artisti uniti dalla passione napoletana che hanno deciso di partecipare gratuitamente a questa iniziativa. Tra coloro che si esibiranno in questa serata di poesia, musica e testimonianze, si segnalano gli affezionatissimi Pino Ammendola, Vittorio Viviani e Maria Letizia Gorga: quest’ultima, reduce dal successo di Musicanti, si esibirà con i suoi compagni di viaggio Fabio Massimo, Colasanti (compositore e chitarrista di Pino Daniele) e Simone Salza.

Fanno anche ritorno alla manifestazione Maria Pia de Vito, una delle più grandi voci jazz italiane, Ambrogio Sparagna e Roberto Fabbri che si esibirà con le giovani figlie al violino e voce. Per la prima volta, sul palco di “Napoli del cuore” saliranno invece l’attore e regista Massimo Venturiello e Grazia Di Michele, tra le cantautrici italiane più raffinate, con una dedica personale speciale alla città partenopea. Quest’anno l’evento vuole raccontare i grandi di ieri e di oggi che negli anni hanno saputo trasmettere al mondo Napoli e la napoletanità. Per questo, nel corso della serata è previsto anche un omaggio a Massimo Troisi, a 25 anni dalla morte, e a Luciano De Crescenzo, scomparso proprio quest’anno. Per farlo, tra gli ospiti ci sarà un grande attore come Renato Scarpa, protagonista con entrambi di capolavori come “Ricomincio da tre” e “Così parlò Bellavista”.

La serata, condotta da Fabrizio Finamore e ricca di sorprese, sarà l’occasione – tra note, aneddoti, poesie e contenuti non solo napoletani – per raccontare quell’universo sociale e culturale che Napoli ha espresso nella storia e che fa sì che alla cultura napoletana si rimanga profondamente, visceralmente legati. Com’è il caso della persona cui questa serata è dedicata, Mario Finamore: il suo quarantennale impegno in Rai, in cui la sua Napoli era sempre presente, è il caso di molti napoletani nel mondo da sempre ambasciatori della propria cultura in pectore. Prosegue, infine, il forte impegno che ha portato negli anni a concreti risultati in importanti progetti di solidarietà. I proventi andranno a favore dei bambini in difficoltà aiutati da Salvamamme, della Comunità di Sant’Egidio di Napoli e della Fondazione Emanuela Panetti.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply