MUSICA, MARCO DE VITA VINCE IL PREMIO “COMPILATION 2019”

726

Il cantautore si aggiudica il trofeo nella tappa finale del contest nazionale “Promuovi la tua musica”

Vince chi ama“, Marco De Vita si aggiudica il Premio Compilation 2019 esibendosi sul palco del Nuovo Teatro San Paolo di Roma. Il brano è tratto dal suo primo lavoro discografico dal titolo “Parliamone“, composto da 8 tracce scritte e musicate dallo stesso cantautore. L’arrangiamento è del musicista, chitarrista e Direttore Artistico Fabrizio Fedele. Il contest “Promuovi la tua musica“, ideato e diretto dalla cantante Fanya di Croce, condotto dall’attore Fabio Massenzi, ha visto tra i giurat il giornalista e autore televisivo Giammaria Monti, il produttore Francesco Adessi, il talent-scouting e produttore Saverio Gerardi, la cantautrice, autrice e vocalist Annalu, la musicista e critico musicale Maddalena Maglione e la blogger musicale Monica Atzei.  Il brano “Vince chi ama” sarà incluso in una compilation che andrà in distribuzione in tutta Italia con l’etichetta discografica Smilax Publishing.

Marco De Vita

La partecipazione al premio è la tappa più recente di un percorso musicale iniziato molti anni fa a Genova dove Marco De Vita ha autoprodotto il suo primo singolo Ora imparerò a volare. Negli anni  scorsi  il cantautore ha partecipato a diversi concorsi canori e rassegne con artisti di spessore del panorama musicale napoletano e si è esibito su palchi importanti come il Teatro San Ferdinando di Napoli che ha condiviso con i Maestri Ivana D’Addona, Ambrogio Sparagna e Salvatore Murru. Nell’ambito della Rassegna Estate a Napoli, patrocinata dal Comune di Napoli, si è esibito per più anni sul palco del Maschio Angioino di Napoli dove, nel 2017, ha presentato il suo album Parliamone insieme ai musicisti Fabrizio Fedele, Antonio Devoto, Federico Di Macco e Mauro Statti. Recente è la sua partecipazione a Musica contro le mafie, un premio musicale ideato dall’Associazione Libera, col videoclip del suo brano “Io piano e voi forte”, realizzato in collaborazione con il M° Salvatore Murru e il coro di voci bianche “Le voci del 48”, con la regia di Enzo De Marino.

 

Come nasce l’idea di portare il brano “Vince chi ama” ad un concorso canoro?

“L’idea di partecipare è nata dalla necessità di andare oltre i social media, YouTube e le varie piattaforme che offrono musica on demand e salire invece su un palco dove, con un’esibizione dal vivo, il proprio messaggio musicale arriva al pubblico attraverso un canale diretto e più vero”.

 

“Vince chi ama” è tratto dal suo ultimo album Parliamone….

“Vince chi ama è un messaggio d’amore. Come se fosse racchiuso in una bottiglia che naviga legato al filo della mia anima, alla parte di me che non smette di credere che al brutto e al negativo bisogna opporre sempre l’amore che è la soluzione ad ogni male e che alla fine vince”.

 

Qual è l’episodio artistico che ha maggiormente segnato, finora, la sua carriera musicale?

“Senza dubbio l’esibizipne del 2014 Teatro San Ferdinando di Napoli. Quando sono salito sul palco si respirava ancora la genialità del grande Eduardo De Filippo. Sedendomi al pianoforte, sono ritornato indietro nel tempo, la memoria è volata indietro quando da ragazzino sognavo già quella platea. È stata la percezione unica di un sogno, finalmente, realizzato”.

 

Se lei avesse la possibilità di collaborare con un grande nome del panorama canoro nazionale, quale preferirebbe?

“Credo che la collaborazione sia un momento di grande importanza per creare nuove espressioni musicali e soprattutto rappresenta un’occasione di condivisione e di grande crescita. Amo la scrittura di Renato Zero perché incanta e trasporta e soprattutto è intrisa di verità. La musica di Renato è senza divieti e senza censure”.

 

Quali sono i suoi progetti futuri?

“È in fase embrionale un nuovo progetto musicale con altri amici cantautori a Roma. Intanto, sto lavorando anche al videoclip di Vince chi ama e alla stesura di due nuovi brani che pubblicherò entro la fine dell’anno”.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *